― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldL'avvocato del senatore Bob Menendez cita il patriottismo come motivo dell'assoluzione del...

L'avvocato del senatore Bob Menendez cita il patriottismo come motivo dell'assoluzione del suo cliente

NEW YORK – Mercoledì l’avvocato del senatore Bob Menendez ha citato il patriottismo come motivo dell’assoluzione del suo cliente, dicendo a una giuria federale che archiviare il caso di corruzione del governo contro il democratico sarebbe una “vittoria per questo paese”.

L'avvocato del senatore Bob Menendez cita il patriottismo come motivo dell'assoluzione del suo cliente

“Questo caso sta morendo qui oggi”, ha detto l'avvocato Adam Fee alla giuria della corte federale di Manhattan mentre ascoltava le argomentazioni conclusive del terzo giorno.

Esplora Crickit, la tua piattaforma preferita per seguire il gioco sempre e ovunque. clicca qui!

Quando Fee finì il suo discorso conclusivo, Menendez gli strinse la mano. Mentre Menendez lasciava l’aula, il senatore ha detto ai giornalisti: “Abbiamo spogliato il governo delle sue false narrazioni e smascherato le sue bugie”.

Fee ha affermato che il governo non è riuscito a dimostrare “che le azioni di Bob erano qualcosa di completamente diverso da ciò che vogliamo che facciano i nostri funzionari eletti”.

“Stava facendo bene il suo lavoro”, ha aggiunto.

L'avvocato ha avvertito i giurati di resistere alla tentazione di accettare “la storia scandalosa che il governo racconta su un politico corrotto, perché lì non esiste”.

Poi, concludendo il caso, ha fatto sembrare patriottica la sua assoluzione, dicendo alla giuria che “gli Stati Uniti vincono quando i casi deboli portati da pubblici ministeri troppo zelanti vengono archiviati”.

“Sarebbe una vittoria per questo Paese”, ha aggiunto.

Menendez, 70 anni, si è dichiarato non colpevole delle accuse di aver accettato lingotti d'oro e centinaia di migliaia di dollari in contanti dal 2018 al 2022 da tre uomini d'affari del New Jersey e ha accettato di intraprendere azioni formali a vantaggio dei loro interessi, compresi quelli finanziari.

READ  È morta all'età di 86 anni la madre di Michelle Obama, Marian Robinson

Il senatore del New Jersey è sotto processo insieme a due uomini d'affari, Farid Daibes e Wael Hanna, anche loro dichiarati non colpevoli. Daibes è uno dei più grandi promotori immobiliari del New Jersey, mentre Wael Hanna ha ottenuto il monopolio che gli consente di rilasciare un certificato attestante che la carne esportata in Egitto è conforme alle norme islamiche.

Anche un terzo uomo d'affari, José Uribe, si è dichiarato colpevole e ha testimoniato contro gli altri durante il processo. Anche il processo contro la moglie del senatore, Nadine Menendez, 57 anni, è stato rinviato mentre si riprende da un intervento chirurgico per cancro al seno. Si è anche dichiarata non colpevole nel caso di corruzione.

Si prevede che la giuria inizierà le deliberazioni giovedì dopo che il giudice le avrà indirizzate alla legge dopo le argomentazioni conclusive.

Gli avvocati di Daibes e Hana hanno anche detto alla giuria che il governo non era in grado di dimostrare la propria tesi.

“Il governo ha torto. Non ha dimostrato la sua tesi”, ha detto l'avvocato di Hannah, Lawrence Lustberg.

Le discussioni conclusive sono iniziate lunedì, quando l'assistente procuratore americano Paul Monteleone ha detto ai giurati che quando esamineranno le prove, scopriranno che Dabis e Hanna erano direttamente responsabili dei lingotti d'oro e di centinaia di migliaia di dollari in contanti trovati in un raid dell'FBI del 2022 contro Menendez. casa a Englewood Cliffs, nel New Jersey.

Il pubblico ministero ha detto che le impronte digitali di Dibbs “erano sul nastro adesivo che sigillava” buste piene di migliaia di dollari in contanti che erano state trovate in scatole di cartone, una cassettiera, scarpe e giacche in casa. Ha aggiunto che a volte sulle buste c'erano anche le impronte digitali di Menendez.

READ  La villa di Jeffrey Epstein a Manhattan è stata venduta per circa $ 51 milioni

Ha detto ai giurati che sarebbero stati in grado di abbinare i numeri di serie sui lingotti d'oro per dimostrare che Hanna ha dato sette lingotti d'oro da un'oncia trovati in casa, mentre Dibbs ha contribuito con nove lingotti da un'oncia, insieme a quattro lingotti d'oro da un chilogrammo.

“Perché Dibs e Hanna hanno elargito Menendez e sua moglie con queste cose preziose?” chiese Monteleone. “Che cosa hanno ottenuto rinunciando a centinaia di migliaia di dollari in oro, contanti e altri pagamenti? La promessa del potere?

Ha detto: “Robert Menendez, il senatore americano senior del New Jersey e all'epoca membro di grado e presidente della Commissione per le relazioni estere del Senato, offrì il suo potere in vendita”.

In cambio, dicono i pubblici ministeri, Hanna ha ricevuto sostegno e protezione per il suo monopolio sulla certificazione delle esportazioni di carne in Egitto mentre Debes ha ricevuto assistenza per i suoi interessi commerciali e gli sforzi del senatore per contrastare il procedimento penale federale contro di lui raccomandando un vecchio amico come procuratore generale degli Stati Uniti dopo l’elezione del presidente Joe Biden.

Questo articolo è stato generato da un feed automatizzato di un'agenzia di stampa senza alcuna modifica al testo.