Le aziende italiane che realizzano la pista e le piscine per le Olimpiadi di Parigi puntano a stabilire record mondiali

Le aziende italiane che realizzano la pista e le piscine per le Olimpiadi di Parigi puntano a stabilire record mondiali

I pezzi viola di pista in gomma vulcanizzata prodotti in una fabbrica nel nord Italia saranno utilizzati dagli atleti più veloci del mondo ai campionati del mondo. Olimpiadi di Parigi. Sono stati realizzati con un obiettivo chiaro.

Record.

Dopo aver stabilito tre record mondiali e 12 marchi olimpici Pista a Tokyo Tre anni fa ci aspettiamo che allo Stade de France vengano stabiliti altri record.

Ecco perché Mondo, l'azienda che ha fornito la pista a tutti i Giochi estivi da Montreal nel 1976, è tornata al tavolo da disegno dopo Tokyo.

Con l'aiuto del feedback degli atleti e di test approfonditi, viene utilizzata una nuova generazione di granuli più flessibili e consistenti per produrre lo strato superiore di gomma per la pista di Parigi.

Sono stati esplorati diversi algoritmi prima di trovare la forma e le dimensioni ottimali delle celle d’aria all’interno della pista, progettate per ridurre la perdita di energia e migliorare le prestazioni.

In altre parole, le innovazioni mirano a consentire agli atleti olimpici di correre più velocemente, saltare più in alto e saltare più lontano. È un po' come lo slogan olimpico: “Più veloce, più in alto, più forte – insieme”.

“Gli atleti troveranno questa pista più interattiva e più adatta alle loro competizioni”, ha affermato Maurizio Stroppiana, Vice Presidente di Mondo Sports, durante un press tour presso lo stabilimento dell’azienda ad Alba, vicino a Torino.

La pista è stata prodotta in parti in due giorni questa settimana e poi piegata per il trasporto in Francia. La pista sarà installata allo Stade de France la prossima settimana, tempo permettendo.

READ  Il "periodo di adattamento" alla vita italiana - Appalachi

Questa sarà la terza volta che Mondo installerà una nuova pista allo Stade de France, che ha ospitato i Campionati mondiali di atletica leggera nel 2003.

“È stato posizionato sulla base di asfalto e incollato in posizione”, ha detto Stropiana. “È un processo abbastanza veloce. Lavoreremo 24 ore su 24 tutta la notte a causa del tempo limitato a disposizione e del tempo.

Altra novità di Parigi è il colore della pista, che per la prima volta ai Giochi Olimpici sarà viola.

“Il colore è stata una decisione coraggiosa per il comitato organizzatore locale”, ha detto Stropiana. “Non abbiamo mai usato questo colore prima. È viola chiaro e viola scuro. Ricorda un po' il paesaggio francese.”

Bagni riutilizzabili

A tre ore di macchina attraverso il paese si trova la sede di un'altra azienda italiana e fornitrice dei principali sport olimpici, Myrtha Pools.

Compresi gli impianti di allenamento, Myrtha realizza a Parigi 24 piscine per nuoto, tuffi, pallanuoto e nuoto artistico.

È la sesta Olimpiade per la quale Mirtha fornirà le piscine.

Per le gare di nuoto della La Defense Arena, Myrtha sta installando due piscine temporanee all'interno del campo da rugby: una per le gare e una per il riscaldamento e l'allenamento.

I moduli in acciaio inossidabile prodotti nello stabilimento Myrtha di Castiglione delle Stiviere vicino a Verona verranno trasportati in Francia e imbullonati insieme per formare le pareti e i pavimenti della piscina.

“(Costruire le piscine temporanee) è un grande vantaggio perché ci permette di reinstallare le piscine dopo l’evento”, ha detto Roberto Colletto, CEO di Myrtha.

Ad esempio, le piscine utilizzate alle Olimpiadi di Tokyo del 2021 – quando furono stabiliti sei record mondiali di nuoto – sono state riutilizzate ai campionati del mondo di Fukuoka lo scorso anno e installate nuovamente nelle scuole locali in Giappone.

READ  San Marino punta a dimostrare una nuova forza nelle qualificazioni europee con l'Irlanda del Nord

Oltre alle pareti e ai pavimenti della piscina, il trattamento dell'acqua ha aggiunto importanza alle piscine olimpioniche.

“La trasparenza dell'acqua è molto importante perché le telecamere subacquee (TV), soprattutto ora ad alta risoluzione, necessitano di estrema trasparenza”, ha affermato Colletto.

“Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo sviluppato un sistema specifico di filtrazione e trattamento dell’acqua, oltre a un sistema di rallentatori di velocità variabile che accelera o riduce la velocità dell’acqua, a seconda della modalità di competizione o non di competizione.

C'è anche un nuovo sistema progettato per ridurre gli effetti del cloro nell'acqua e nell'aria che sarà implementato a Parigi.

Quindi, quanta acqua occorre per riempire una piscina olimpionica? A seconda della profondità delle piscine, che può variare da due a tre metri per nuotare, sono necessari tra 2,5 e 4 milioni di litri d'acqua.

“Quindi c'è molta acqua e deve essere versata in questi stagni”, ha detto Colletto.

___

Hanno contribuito a questo rapporto il fotografo AP Luca Bruno e il produttore video Brian Hendry di Alba e Castiglione Daily Steviere.

___

Olimpiadi AP: https://apnews.com/hub/2024-paris-olympic-games

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x