Le Filippine hanno detto che indagheranno su più di 150 agenti di polizia sulla micidiale guerra alla droga di Duterte

I risultati, annunciati domenica dal ministro della Giustizia Menardo Guevara, sono arrivati ​​poche settimane dopo che la Corte penale internazionale ha approvato un’indagine formale sull’uccisione da parte dello Stato di migliaia di presunti spacciatori di droga da quando Duterte è entrato in carica nel 2016.

Il governo ha detto che non collaborerà con un’indagine internazionale perché le Filippine hanno un sistema giudiziario efficace.

Duterte, 76 anni, popolare presso la Corte penale internazionale, ha osato processarlo e ha dichiarato pubblicamente che sarebbe stato felice di “marcire in prigione” per aver ucciso persone decise a distruggere il suo paese.

Duterte si dimetterà da presidente nel 2022 e gli analisti politici si aspettano che nomini un successore che potrebbe rimuoverlo da potenziali azioni legali in patria o dalla Corte penale internazionale, una volta che sarà fuori dal potere.

In un discorso a tarda notte lunedì, Duterte ha detto che avrebbe aspettato che i casi contro di lui fossero archiviati, anche se ha insistito sul fatto che la Corte penale internazionale non aveva il diritto di interferire negli affari del paese.

“Solleverò la mia difesa”, ha detto Duterte. “Quello è l’ICC, non mentire”, ha detto.

Gli attivisti affermano che gli insabbiamenti sistematici e le esecuzioni di migliaia di utenti e sostenitori non sono stati perseguiti. La polizia ha negato qualsiasi illecito e ha affermato che l’omicidio è avvenuto per legittima difesa.

“Gli agenti di polizia coinvolti in questi casi non sono solo responsabili dal punto di vista amministrativo. Le prove esistenti indicano anche la loro possibile responsabilità penale”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro della Giustizia Guevara, senza approfondire.

READ  La difesa di Sydney Powell potrebbe essere utilizzata in una causa del Dominio contro di lei

La revisione, secondo il governo, faceva parte dell’impegno di Duterte nei confronti dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite che la polizia responsabile dell’omicidio sarebbe stata ritenuta responsabile.

La polizia e il ministero della Giustizia hanno esaminato 52 casi in cui sospetti sono stati uccisi in quelle che la polizia ha registrato come operazioni antidroga. Guevara ha detto che sarebbero stati inviati agli investigatori del governo per ulteriori azioni.

Ha detto che saranno presi in considerazione altri 100 casi, che sono ancora in fase di indagine preliminare o in fase di processo.

Ufficialmente, 6.200 sospetti di droga sono stati uccisi in quelle che la polizia ha detto essere acrobazie in cui i sospetti hanno resistito all’arresto.

Gli attivisti affermano che diverse migliaia di persone, per lo più utenti o piccoli commercianti, sono state uccise negli slum da misteriosi uomini armati. La polizia ha negato il coinvolgimento nelle morti.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x