Le forze filippine uccidono il leader di Abu Sayyaf e salvano gli ostaggi | Notizie sui gruppi armati

Un gruppo famoso per il suo rapimento per il riscatto di quattro indonesiani è detenuto da più di un anno.

Le forze filippine hanno ucciso un leader del gruppo di rapimenti a scopo di estorsione Abu Sayyaf e hanno salvato quattro ostaggi indonesiani – uno dei quali un quindicenne – che erano detenuti da più di un anno, hanno detto i militari domenica.

Il tenente generale Corlito Finlawan Jr. ha detto che Majan Sahiguan, meglio conosciuto come Abu Mike, è stato gravemente ferito in una sparatoria con i marines sabato notte nella città di Langyan nella provincia meridionale di Tawi Tawi, e in seguito è morto.

Ha descritto Sahiguan come la mente di molti dei rapimenti effettuati dal gruppo Abu Sayyaf, che ha sede a Solo, che è stato anche coinvolto in attacchi con bombe e pirateria per decenni. Dal 2014 dichiara la propria fedeltà allo Stato Islamico (ISIS).

“Siamo felici che tutti gli ostaggi siano al sicuro ora e siamo in grado di neutralizzare il famigerato Abu Mike e due dei suoi compagni”, ha detto Finlawan, comandante del comando militare di Mindanao occidentale.

Le forze filippine sono riuscite a salvare gli ostaggi dopo che la barca di Abu Sayyaf si è capovolta nelle forti ondate tra Solo e Tawi Tawi.

Sahigwan era tra i cinque membri di Abu Sayyaf che si sono recati a Tawi Tawi in barca da Solo, insieme alle quattro vittime indonesiane rapite giovedì scorso.

La loro barca si è capovolta dopo essere stata colpita dal maremoto, dando alle forze governative l’opportunità di salvare tre dei quattro ostaggi: Arizal Casta Miran, 30 anni; Arsad Bin Dahlan 41. Andy Rizzwanto, 26.

E il quarto, Muhammad Khair al-Din, 15 anni, è stato trovato dalle forze governative nello stesso villaggio dove si è svolto uno scontro a fuoco.

READ  Le famiglie del volo PS752 denunciano l'RCMP per non aver avviato un'indagine penale interna

I quattro ostaggi erano tra i cinque indonesiani rapiti dal gruppo Abu Sayyaf il 17 gennaio dello scorso anno, al largo di Tampesan, in Malesia. Uno dei cinque è stato ucciso mentre cercava di scappare.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x