Le immagini satellitari mostrano che gli ucraini hanno sventato un tentativo russo verso Kiev su un ponte di barche

Un alto funzionario statunitense ha affermato, domenica, che la Russia aveva chiesto alla Cina assistenza militare in Ucraina, compresi i droni.

La CNN ha contattato l’ambasciata russa negli Stati Uniti per un commento ma non ha ricevuto una risposta immediata.

Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan ha detto domenica a Dana Bash che il sostegno della Cina alla Russia è “una preoccupazione”.

Stiamo anche osservando da vicino per vedere fino a che punto la Cina fornisce effettivamente qualsiasi forma di supporto, supporto materiale o supporto economico alla Russia. È una preoccupazione per noi. Abbiamo detto a Pechino che non resteremo a guardare e consentiremo a nessun paese di risarcire la Russia per le perdite subite dalle sanzioni economiche.

Sullivan ha affermato che gli Stati Uniti hanno chiarito a Pechino che ci sarebbero state “conseguenze assolute” per gli sforzi “diffusi” per dare al Cremlino una soluzione alle sanzioni statunitensi.

“Non permetteremo che ciò vada avanti e consentire alla Russia di avere un’ancora di salvezza da queste sanzioni economiche da qualsiasi paese in qualsiasi parte del mondo”, ha affermato.

Sullivan incontrerà il suo omologo cinese Yang Jiechi a Roma lunedì.

Il portavoce dell’ambasciata cinese Liu Bingyu ha detto domenica alla Galileus Web di non aver sentito della richiesta della Russia.

“Non ne ho mai sentito parlare. La Cina è profondamente preoccupata e triste per la situazione in Ucraina. Speriamo sinceramente che la situazione si calmi e la pace torni presto”, ha detto Pingyu. “L’attuale situazione in Ucraina è davvero preoccupante. Occorre compiere il massimo sforzo per sostenere Russia e Ucraina nel portare avanti i negoziati nonostante la difficile situazione per raggiungere un esito pacifico. Sosteniamo e incoraggiamo tutti gli sforzi volti a una soluzione pacifica della crisi. La priorità assoluta ora è prevenire un’escalation della crisi. La situazione è tesa o addirittura fuori controllo. Su questo argomento c’è consenso tra la comunità internazionale, comprese le parti coinvolte”.

La Cina chiede la massima moderazione e prevenzione di una massiccia crisi umanitaria. La Cina ha presentato un’iniziativa per rispondere alla situazione umanitaria in Ucraina. La Cina ha fornito aiuti umanitari all’Ucraina e continuerà a farlo.

La Casa Bianca ha affermato la scorsa settimana che la Cina “rispetta i requisiti che sono stati stabiliti” sulle sanzioni.

READ  Clint Greenwood, The Closed Circuit Crime: What Happened

“La nostra valutazione ora è che (la Cina) si attiene ai requisiti che sono stati stabiliti, ma continueremo a incoraggiare qualsiasi paese a pensare molto al ruolo che vogliono svolgere nella storia mentre tutti guardiamo indietro”, ha detto la Casa Bianca. Lo ha detto il segretario stampa Jen Psaki durante un briefing mercoledì.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x