Le importazioni in Italia salgono ad agosto: le statistiche

Le importazioni dall’esterno dell’Unione Europea continuano a crescere mentre l’economia del Paese esce dalla crisi del coronavirus, e lo stesso vale per le sue esportazioni di beni di consumo, direzione Rapporti che citano Xinhua.

Ma l’Istituto nazionale di statistica (Istat) ha detto che i dati sull’export di energia sono in calo.

Secondo l’Istat, le importazioni da partner commerciali extra UE sono aumentate del 6,5 per cento ad agosto mese su mese e quasi del 40 per cento rispetto all’anno precedente.

Ad agosto, il volume delle merci acquistate dalla Cina è cresciuto del 42,5%, le rispettive cifre erano del 51,0% per la Turchia e del 37,4% per l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC). Al contrario, le importazioni dal Regno Unito sono diminuite di circa il dieci per cento.

Le esportazioni italiane sono diminuite del cinque per cento ad agosto rispetto a luglio, ma sono state comunque superiori del 15,7 per cento rispetto all’anno precedente.

Ad agosto i principali settori che hanno inciso sull’export italiano sono stati l’energia (-17,6%) ei beni strumentali (-19,8%). Le esportazioni di beni di consumo durevoli e non durevoli sono aumentate rispettivamente dell’1,3% e del 3,2%, mentre le esportazioni di beni intermedi sono cresciute del 10,8%.

Le esportazioni italiane sono aumentate verso i paesi OPEC (16,4%), Stati Uniti (16,9 per cento), Cina (13,1 per cento) e Turchia (14,4 per cento) e sono diminuite in Giappone (3,3 per cento) e Svizzera (1,3 per cento).

READ  Il clima estremo in Italia è una nuova normalità - esperto

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x