Le microplastiche possono viaggiare attraverso l'intestino fino al cervello, al fegato e ai reni: studio | Notizie sulle condizioni sanitarie

Le microplastiche possono viaggiare attraverso l'intestino fino al cervello, al fegato e ai reni: studio |  Notizie sulle condizioni sanitarie

Non solo le microplastiche sono collegate all’inquinamento dei nostri oceani e al danneggiamento della fauna selvatica, ma trovano anche modo di penetrare nel corpo umano, compreso il cervello. Sono piccole particelle di plastica di dimensioni inferiori a 5 mm. Scopri come entra nel corpo umano

Le microplastiche sono state collegate all’influenza sulla nostra salute digestiva, sessuale e cardiovascolare (Immagine: Freepik)

Nuova Delhi: Le microplastiche rappresentano una preoccupazione emergente non solo in termini di inquinamento ambientale, ma hanno anche un impatto sulla nostra salute in molteplici modi. Le microplastiche sono piccole particelle di plastica di dimensioni inferiori a 5 mm e sono state collegate a effetti sulla salute digestiva, sessuale e cardiovascolare. Ma non finisce qui: secondo un nuovo studio queste minuscole molecole invadono anche il nostro cervello.

Non solo le microplastiche sono collegate all’inquinamento dei nostri oceani e al danneggiamento della fauna selvatica, ma trovano anche modo di penetrare nel corpo umano, compreso il cervello.

Studio pubblicato in Giornale della prospettiva della salute ambientale Rivela una verità inquietante. Lo studio ha scoperto che minuscole particelle di plastica, note anche come microplastiche, invadono il cervello umano. Inoltre, i ricercatori dell’Università del New Mexico che hanno condotto l’indagine hanno sollevato il rischio o l’impatto significativo che creeranno sulla nostra salute neurologica.

Le microplastiche possono invadere il fegato, i reni e il cervello

Lo studio ha indicato che le microplastiche che incontriamo nella nostra vita quotidiana, dall’acqua al cibo all’aria che respiriamo, possono viaggiare ed entrare nel nostro stomaco o in altri organi vitali del corpo. Questi organi possono includere reni, fegato e cervello.

READ  Ecco cosa succede realmente quando bevi caffè ogni giorno

Il punto di ingresso di queste microplastiche può avvenire attraverso il contatto con la pelle, l’inalazione o l’indigestione. Ciò è possibile attraverso il trasferimento di cibo o cibo infetto.

Secondo un altro autore, Marcos Garcia, Pharm.D., ricercatore post-dottorato presso il College of Pharmacy dell’Università del New Mexico, i loro risultati suggeriscono che l’esposizione alle microplastiche può anche portare a cambiamenti metabolici in questi tessuti e può indicare un potenziale effetto sistemico.

Le microplastiche si trovano ora in quasi tutte le parti del nostro ambiente, compresi acqua, cibo e suolo inquinati.

L'effetto delle microplastiche sul corpo umano

Per esaminare ulteriormente lo studio, i ricercatori hanno tentato di replicare il consumo di microplastiche in una quantità simile all’esposizione umana. I topi sono stati esposti a quantità variabili di microsfere di polistirene o polimeri misti tramite alimentazione enterale orale. Dopo aver somministrato ai topi microplastiche, gli scienziati hanno esaminato il siero, il cervello, i reni e il tessuto del colon, dove hanno identificato la presenza di microplastiche.

Questa scoperta suggerisce che le microplastiche potrebbero viaggiare oltre l’intestino e possibilmente raggiungere organi distanti in tutto il corpo.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x