Le tenie parassitarie causano sintomi neurologici insoliti

Cari dottori: recentemente è stata pubblicata una storia nelle notizie su un uomo che aveva una tenia che viveva nel suo cervello. Anche i nostri ragazzi adolescenti l’hanno visto e ora ne sono ossessionati. Erano frustrati e storditi, facendo così tante domande. Sarebbe gradita una spiegazione.

Caro lettore: ti riferisci a un caso di studio che, a causa dei dettagli sorprendenti, è saltato dal New England Journal of Medicine al ciclo delle notizie. Parla di un uomo di 38 anni a Boston che è stato portato di corsa al pronto soccorso dopo essere caduto dal letto, poi è diventato combattivo e disorientato e ha iniziato a chiacchierare.

Durante l’esame al pronto soccorso, che comprendeva esami di laboratorio che escludevano anomalie della funzionalità epatica o renale, l’uomo ha avuto un attacco epilettico prolungato. A causa del fatto che non aveva altri problemi di salute e con prove significative che un tempo viveva in una zona rurale dell’America centrale, i medici iniziarono a sospettare che avessero a che fare con un’infezione parassitaria. Scansioni cerebrali dettagliate hanno rivelato tre lesioni distinte ed è emersa la diagnosi.

Le convulsioni dell’uomo, così come il suo stato mentale alterato, sono state causate da neurocisticercosi. Questa è la forma più grave dell’infezione parassitaria nota come cisticercosi, che può verificarsi quando qualcuno ingerisce uova di tenia di maiale. Sebbene rara negli Stati Uniti, la cisticercosi si trova in tutto il mondo. È più comune nelle aree rurali dell’Africa subsahariana, dell’Asia, del Sud America e dell’America centrale, dove è stato il paziente.

Per capire cosa è successo al paziente, dobbiamo guardare il ciclo di vita della tenia del maiale. Includono uno stadio di sviluppo noto come cisti larvali, che sono sacche piene di liquido che contengono lo stadio immaturo del parassita. Quando le uova di tenia vengono ingerite, si schiudono all’interno del corpo. Le sacche larvali risultanti possono entrare nel flusso sanguigno e circolare, ancorandosi nei muscoli, negli occhi e nel cervello. Nella neurocisticercosi, il prefisso “neuro” indica che le larve di tenia hanno raggiunto il tessuto cerebrale.

READ  La pietra di Ipazia potrebbe essere la prima prova sulla Terra dell'esplosione di una supernova

Le cisti larvali possono raggiungere grandi dimensioni. In un altro caso, che ha anche fatto notizia, i chirurghi stavano operando su un paziente che credevano avesse un cancro al cervello. Invece di un tumore, hanno trovato una cisti larvale delle dimensioni di un uovo di quaglia nel cervello del paziente. Quando l’hanno aperto, dentro c’era un piccolo verme solitario.

Le cisti larvali possono essere trasmesse attraverso le feci di una persona infetta. Questo può accadere quando i portatori non si lavano correttamente le mani dopo aver usato il bagno. Possono trasferire uova e larve di tenia su qualsiasi superficie toccano, compreso il cibo. Una persona che mangia quel cibo o tocca quelle superfici e poi si tocca la bocca è a rischio di infezione.

La neurocisticercosi è una condizione grave. Può causare convulsioni e alterare lo stato mentale del paziente di cui hai sentito parlare. Può anche portare alla morte. Il paziente è stato fortunato ad ottenere un buon risultato. Agenti antiparassitari e farmaci anticonvulsivanti sono stati utilizzati per prevenire il ripetersi delle crisi. Ma poiché le cisti larvali hanno causato cambiamenti strutturali nel suo cervello, si prevede che continuerà ad assumere farmaci antiepilettici per il prossimo futuro.

Eve Glazier, MBA, MBA, è internista e professore associato di medicina presso l’UCLA. Elizabeth Ko, MD, internista e assistente professore di medicina presso l’UCLA. Invia le tue domande a askthedoitors@mednet.ucla.edu. A causa del volume delle spese di spedizione, non è possibile fornire risposte personali.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x