Le tensioni sono aumentate dopo che l’Azerbaigian ha chiuso la rotta terrestre dall’Armenia | notizie di conflitto

Le tensioni sono aumentate dopo che l’Azerbaigian ha chiuso la rotta terrestre dall’Armenia |  notizie di conflitto

L’Azerbaigian ha annunciato di aver istituito un posto di blocco sull’unica rotta terrestre verso la regione contesa del Nagorno-Karabakh.

L’Azerbaigian ha affermato di aver istituito un posto di blocco sull’unica rotta terrestre nella regione contesa del Nagorno-Karabakh, una mossa che è stata seguita da accuse di spari al confine da parte delle forze azere e armene.

Il Nagorno-Karabakh è riconosciuto a livello internazionale come parte dell’Azerbaigian, ma i suoi 120.000 abitanti sono per lo più di etnia armena e la regione è stata separata da Baku in una guerra all’inizio degli anni ’90.

L’Azerbaigian ha detto domenica di aver istituito un posto di blocco sulla strada per il Karabakh, affermando che lo spostamento era necessario a causa di quello che descriveva come l’uso della strada da parte dell’Armenia per il trasporto di armi.

Il ministero degli Esteri ha affermato che l’Azerbaigian ha “preso misure adeguate per stabilire il controllo nel punto di partenza del percorso”.

“Fornire la sicurezza delle frontiere, oltre a garantire un passaggio sicuro sulla strada, è una prerogativa del governo dell’Azerbaigian e un prerequisito per la sicurezza nazionale, la sovranità statale e lo stato di diritto”.

L’Armenia ha affermato che il checkpoint al ponte Hakkari nel corridoio Lachin è stata una flagrante violazione dell’accordo di cessate il fuoco del 2020 che ha posto fine alla guerra del 2020.

Ha invitato la Russia ad attuare l’accordo, che stabilisce che il corridoio di Lachin, l’unica strada attraverso l’Azerbaigian che collega l’Armenia al Nagorno-Karabakh, dovrebbe essere sotto il controllo delle forze di pace russe.

“Chiediamo alla Federazione Russa di attuare finalmente la dichiarazione tripartita”, ha detto il ministero degli Esteri armeno dell’accordo, che è stato mediato dal presidente russo Vladimir Putin.

Il governo degli Stati Uniti ha dichiarato di essere “profondamente preoccupato” per l’istituzione da parte dell’Azerbaigian di un posto di blocco sull’unica rotta terrestre verso la regione contesa del Nagorno-Karabakh, affermando che ha minato gli sforzi per raggiungere la pace nella regione.

Il Dipartimento di Stato americano ha anche affermato che dovrebbe esserci libera e aperta circolazione delle persone e del commercio lungo il Corridoio Lachin, e ha esortato le due parti a riprendere i colloqui di pace.

Le immagini del ponte pubblicate dai funzionari azeri sui social media hanno mostrato che un lato del ponte era bloccato da veicoli e soldati.

Il ministero della difesa armeno ha detto che un soldato di nome Artyom Pogosyan è stato ucciso intorno alle 07:50 GMT quando le forze azere hanno aperto il fuoco su una postazione armena a Sotak, un villaggio armeno a est del lago Sevan. L’Azerbaigian ha negato di aver ucciso il soldato.

L’Azerbaigian ha poi affermato che i soldati armeni hanno sparato contro le unità azere intorno alle 11:10 GMT nel distretto di Lachin, affermazione negata dall’Armenia.

Nel 2020, l’Azerbaigian ha riconquistato il territorio dentro e intorno all’enclave dopo che una seconda guerra si è conclusa con un cessate il fuoco mediato dalla Russia e confermato dalle forze di pace russe.

Dal 12 dicembre, i civili azeri che si identificano come attivisti ambientalisti si confrontano con le forze di pace russe nel corridoio di Lachin.

L’Armenia afferma che i manifestanti sono sostenuti dal governo e stanno effettivamente bloccando il Karabakh. L’Azerbaigian nega di aver bloccato la strada, dicendo che alcuni convogli e aiuti possono passare.

READ  3 persone gravemente ferite nell'attacco con coltello a un treno tedesco

Negli ultimi mesi, l’Armenia ha ripetutamente invitato Mosca a fare di più per sostenere la pace e garantire un accesso senza restrizioni tra l’Armenia e il Nagorno-Karabakh attraverso il Corridoio Lachin.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x