Leader sindacale ucciso in Italia quando le truppe hanno picchettato il camion delle truppe

ROMA (AFP) – Un leader sindacale è stato ucciso nel nord Italia quando un camion avrebbe fatto irruzione e si è schiantato contro un picchetto davanti a un magazzino di un supermercato venerdì.

Il primo ministro italiano Mario Draghi ha espresso il suo dolore per la morte di Adel Belkhadem, 37 anni, e ha detto: “E’ necessario far luce su quanto accaduto immediatamente”.

Secondo le notizie italiane e i funzionari sindacali, circa 20 persone che lavoravano nella logistica per la catena internazionale di supermercati Lidl stavano protestando fuori dalla struttura quando un camionista che cercava di lasciare la struttura stava attraversando una fila di sitter che bloccavano il cancello. Un testimone non identificato ha detto alla televisione di stato italiana che l’auto ha colpito Belkhadem trascinandolo per diversi metri.

I media italiani hanno riferito che l’autista si è allontanato a tutta velocità dal luogo dell’incidente nel comune di Piandrati. Mentre i primi rapporti dicevano che l’autista era stato fermato dalla polizia su un’autostrada vicina, l’agenzia di stampa La Presse ha poi affermato che l’autista si era fermato a un casello autostradale e ha chiamato i carabinieri paramilitari.

La Presse ha detto che gli agenti della stazione dei Carabinieri nella vicina città di Novara sono venuti per prendere l’autista, che è stato incarcerato per indagare sulle accuse di omicidi automobilistici e non ha fornito assistenza al leader sindacale.

I picker stanno spingendo per migliori condizioni di lavoro in generale per coloro che lavorano nel settore della logistica dei supermercati, che generalmente include l’imballaggio e il carico di merci e cibo.

Secondo quanto riferito, anche altri due manifestanti sono stati colpiti dal camion e leggermente feriti.

READ  La recente crisi politica in Italia potrebbe portare a ulteriori turbolenze economiche

La Presse ha citato un dirigente sindacale, Attilio Fasulo, chiedendo uno sciopero immediato nel settore per protestare contro l’accaduto.

Fasulo ha descritto sia il leader sindacale ferito a morte che il camionista come “vittime” di tensioni sindacali nel settore della logistica. Ha aggiunto che i funzionari sindacali “chiedono da tempo migliori condizioni di lavoro”.

Lidl Italia ha rilasciato un comunicato esprimendo le sue condoglianze alla famiglia Belkhadem. Ha detto che il camion in questione proveniva da un fornitore esterno e non una delle auto di Lidl.

Sulle denunce dei lavoratori, Liddell ha detto: “L’azienda ribadisce di essere in costante contatto con le principali organizzazioni sindacali, con l’obiettivo di dialogo e confronto reciproco”.

Melania Cocci

"Guru del cibo. Fanatico del bacon. Appassionato di tv devoto. Specialista di zombi. Appassionato di cultura pop freelance."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x