L’Estonia condanna l’arresto del suo diplomatico in Russia per “accuse per attrezzature” | notizie di politica

La Russia afferma di aver arrestato il diplomatico estone “in flagrante” con l’accusa di aver ricevuto documenti riservati.

L’Estonia ha condannato la Russia per aver detenuto uno dei suoi diplomatici dopo una “organizzazione” volta a farlo sembrare una spia, affermando che l’incidente ha mostrato che la Russia ha optato per il confronto nelle sue relazioni con l’Europa.

Il servizio di sicurezza federale russo (FSB) ha dichiarato martedì di aver arrestato il diplomatico con sede a San Pietroburgo Mart Latte dopo essere stato “colto in flagrante” dopo aver ricevuto informazioni riservate da un cittadino russo.

“Questa attività non corrisponde allo status di funzionario diplomatico, la cui natura è chiaramente ostile alla Federazione Russa”, ha affermato l’FSB in una nota.

“Al diplomatico straniero saranno applicate misure coerenti con le regole del diritto internazionale”.

Le relazioni della Russia con i paesi europei sono state danneggiate negli ultimi mesi da una serie di accuse di spionaggio contro diplomatici russi in Europa.

Italia, Bulgaria, Repubblica Ceca e Romania sono tra i Paesi dell’Unione Europea con cui Mosca ha ricambiato le espulsioni.

Gli stati baltici di Estonia, Lettonia e Lituania, che erano governati da Mosca durante l’era sovietica, sono membri dell’Unione Europea e della NATO e sono tra i più feroci critici internazionali di Mosca.

Ari Lemik, un portavoce del ministero degli Esteri estone, ha affermato che l’Ufficio di sicurezza federale (FSB) ha trattenuto Latte per un’ora e mezza dopo aver lasciato una riunione di lavoro all’Università statale di San Pietroburgo.

L’accusa di essere in possesso di documenti riservati è del tutto infondata. Questa è una provocazione. Ha detto: “L’intero incidente era solo una preparazione.

READ  Biden dice che gli Stati Uniti considerano l'uccisione di massa degli armeni durata un secolo un genocidio

Riteniamo che sia un altro esempio che la Russia abbia scelto il confronto piuttosto che invertire la tendenza negativa nelle relazioni con gli Stati membri dell’UE.

Ad aprile, l’ambasciata russa in Estonia ha descritto l’espulsione di uno dei suoi diplomatici da parte di Tallinn come una mossa ostile e infondata contro Mosca.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x