― Advertisement ―

spot_img

Come i lavoratori indiani cadono nella trappola della moderna schiavitù nelle aziende agricole italiane

Un gran numero di indiani, provenienti principalmente dal Punjab, raggiungono illegalmente le fattorie italiane dove sono costretti a lavorare come schiavi dai loro datori...
HomeEconomyL'Europa teme che Francia e Italia si impossessino dei posti di lavoro...

L'Europa teme che Francia e Italia si impossessino dei posti di lavoro dell'economia dell'Unione Europea – Politico

contrappeso

Una delle regole non scritte del blocco Ciò che è importante in questo caso è che la Commissione sia geograficamente equilibrata nella sua composizione in ciascun settore politico.

Negli ultimi cinque anni, il vicepresidente fiscalmente conservatore della Commissione, Valdis Dombrovskis, originario della Lettonia e che ha supervisionato la politica fiscale, ha fatto da contrappeso all’italiano Paolo Gentiloni, che ha gestito l’economia. I funzionari hanno detto che Dombrovskis ora vuole un lavoro focalizzato sull’Ucraina.

Il Nord Europa è invece rappresentato dalla ministra danese della Concorrenza Margrethe Vestager; Si scontrava spesso con Britton, responsabile del portafoglio del settore. Ma Vestager si dimetterà alla fine di questo mandato, e finora non c’è nessun candidato sulla buona strada per sostituirla come favorita dei paesi liberali dell’UE.

“Non vedo una nuova Vestager”, ha detto un diplomatico dell'UE.

Campioni del settore

Dato il loro enorme accumulo di debito, Francia e Italia hanno preferito regole fiscali più flessibili e un indebitamento più diffuso. Il presidente francese Emmanuel Macron e l’italiano Meloni sono stati compagni sorprendenti nella politica economica in più di un’occasione.

“Non può essere un altro italiano o un altro francese [in the EU’s economics department]”Basta guardare i loro piani di spesa”, ha detto un diplomatico di uno dei paesi più austeri dell'UE. “Questo potrebbe essere molto dannoso.”

READ  Telecom Italia ha stretto un accordo con i sindacati per ulteriori tagli di posti di lavoro in Italia