Lewis Hamilton critica la Red Bull dopo averlo accusato di falsi infortuni: “Non ho detto che stavo morendo”

Lewis Hamilton ha attaccato il consulente tecnico della Red Bull Helmut Marko – che ha minimizzato il suo incidente shock con Max Verstappen al Gran Premio d’Italia – dicendo: “Non ho detto che stavo morendo”.

La Red Bull di Verstappen è scattata su un cordolo a Monza e in cima alla Mercedes ad Hamilton, con solo l’equipaggiamento protettivo Halo che ha impedito al campione del mondo di ferirsi mortalmente.

Il pilota della Mercedes ha rivelato la scorsa settimana che stava ricevendo un trattamento specialistico al collo dopo l’incidente, che ha assegnato a Verstappen una penalità di tre posizioni al Gran Premio di Russia di questo fine settimana, ma Marko ha affermato che è stata fatta un'”offerta” al pilota della Mercedes.

Lewis Hamilton risponde al boss della Red Bull Helmut Marko, che ha cercato di minimizzare le lesioni dell’uomo Mercedes al Gran Premio d’Italia

Hamilton (sotto) si è schiantato contro l'auto volante Red Bull di Max Verstappen a Monza questo mese

Hamilton (sotto) si è schiantato contro l’auto volante Red Bull di Max Verstappen a Monza questo mese

Marko (2° da sinistra) ha detto che era uno spettacolo dell'incidente di Hamilton con Verstappen (secondo da destra)

Marko (2° da sinistra) ha detto che era uno spettacolo dell’incidente di Hamilton con Verstappen (secondo da destra)

Il consulente della Red Bull ha anche messo in dubbio l’entità delle lesioni di Hamilton dopo che il campione di Formula 1 è volato a New York per il Met Gala, ma Hamilton ha risposto a Marko criticando i suoi commenti.

“Voglio dire, non ascolto davvero di cosa stanno parlando queste persone”, ha detto Hamilton in una conferenza stampa giovedì. “È inevitabile che quando un’auto ti atterra sulla testa, provi una sorta di disagio.

READ  UEFA Champions League: il Linfield affronta i campioni di Lituania Zalgiris Vilnius

Ho sicuramente avuto un po’ di dolore, credo, dopo la gara e poi ho detto che sarei andato a controllare e ho lavorato con Angela (Colin, il medico di Hamilton) subito dopo la gara e durante il volo ho fatto i controlli il giorno successivo e poi abbiamo lavorato su lei durante la settimana con l’agopuntura e tutto il resto.

Non ho detto che sto morendo. Certo, siamo consapevoli del fatto che in appena un millisecondo può succedere di tutto. Quindi mi sono sentito grato. Era difficile. Era grave.

Hamilton non ha mai detto che stava morendo quando ha annunciato che si stava sottoponendo a cure per il collo

Hamilton non ha mai detto che stava morendo quando ha annunciato che si stava sottoponendo a cure per il collo

Stavo vivendo molte emozioni diverse e non sempre le ho gestite meglio. E c’è da aspettarselo, c’è molta pressione da parte di lavorare in una grande squadra, c’è molta autostima e pressione perché la voglia di vincere è enorme.

“Stavo solo dicendo che simpatizzo e capisco, ma so che continueremo a crescere da questo”.

Hamilton è stato criticato per aver partecipato al Met Gala di New York questa settimana nonostante il suo infortunio

Hamilton è stato criticato per aver partecipato al Met Gala di New York questa settimana nonostante il suo infortunio

Dopo l’incidente in Italia, Verstappen non si è fermato a controllare le condizioni di Hamilton, ma è scattato in pit lane dopo aver urlato con la sua squadra alla radio, con il britannico che è uscito dall’abitacolo della sua vettura pochi minuti dopo. .

L’incidente ha diviso il mondo della Formula 1, con personaggi del calibro di Ralf Schumacher che hanno criticato il fatto che Hamilton sia volato a New York quando era presumibilmente ferito, mentre Daniel Ricciardo ha difeso Verstappen per il suo ruolo nell’incidente.

READ  Dallo chic allo sportivo, gli occhiali da sole cool creano sfumature

Sportsmail È stato rivelato la scorsa settimana che i capi della F1 sono lieti di vedere Hamilton festeggiare a New York dopo l’infortunio poco dopo aver rivelato il suo trattamento specialistico. Tuttavia, Marco crede che siano stati fatti molti eventi.

Parlando con Osterreich . giornaleMarko ha detto la scorsa settimana: “È stato un normale incidente di gara. Tutte le storie intorno sono state tirate dai capelli della Mercedes.

Verstappen era già fuori quando Hamilton ha cercato di tornare dalla ghiaia. L’auto medica l’ha visto e si è allontanata. E poi è stata fatta un’offerta a quel povero Hamilton che è stato improvvisamente ferito.

L’intero incidente non era sicuramente in pericolo di vita. Se avesse davvero avuto seri dolori al collo o problemi, non sarebbe a New York – tra l’altro, nel vestito molto divertente in cui è apparso.

Marko (sopra) si è unito a personaggi come Ralf Schumacher nel condannare il viaggio di Hamilton in America

Marko (sopra) si è unito a personaggi come Ralf Schumacher nel condannare il viaggio di Hamilton in America

“Se facessi un giro di sette ore con il torcicollo dopo un incidente come questo, non sarebbe così grave”.

Nel frattempo, Hamilton ha rivelato, giovedì, di non sentire alcun postumi dopo l’incidente di Monza ed è pronto per completare la stagione di Formula 1, in cui lui e Verstappen sono in lizza per il campionato per il primo posto.

‘No [linger effects from Monza] Fortunatamente no, sono stato davvero fortunato ad avere Angela con me tutta la settimana e lei doveva tornare a casa ma è rimasta con me tutta la settimana.

“Un sacco di buoni trattamenti positivi, tanto yoga e sono riuscito a tornare in palestra sentendomi bene, quindi molto fortunato.”

READ  Giro è uno dei nomi per rilanciare l'attacco della Juventus. Continuiamo a lavorare per Rovera. Le parti negoziano la partecipazione

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x