L’ex ambasciatore statunitense è accusato di lavorare come agente segreto per Cuba Notizie spia

L’ex ambasciatore statunitense è accusato di lavorare come agente segreto per Cuba  Notizie spia

Un ex ambasciatore in Bolivia è stato accusato di collaborare con i servizi segreti cubani da diversi decenni.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha accusato un ex ambasciatore statunitense in Bolivia di aver collaborato per decenni come agente segreto con i servizi segreti cubani.

Nei documenti del tribunale aperti lunedì, il Dipartimento di Giustizia ha affermato che Manuel Rocha era impegnato in “attività clandestine” con il governo cubano almeno dal 1981, condividendo false informazioni con gli Stati Uniti e incontrando agenti cubani.

L’ex ambasciatore, 73 anni, ha lavorato per 25 anni nel Dipartimento di Stato americano, ricoprendo incarichi di rilievo in paesi sudamericani come Bolivia e Argentina.

Il caso contro Rocha “rivela una delle infiltrazioni più grandi e di più lunga durata da parte di un agente straniero nel governo degli Stati Uniti”, ha affermato il procuratore generale Merrick Garland in una nota in cui spiega le accuse.

“Coloro che hanno l’onore di servire nel governo degli Stati Uniti godono di un’enorme quantità di fiducia da parte del pubblico che serviamo”, ha affermato Garland.

“Tradire quella fiducia promettendo falsamente fedeltà agli Stati Uniti mentre si serve una potenza straniera è un crimine che il Dipartimento di Giustizia affronterà con tutta la sua forza”.

Il Dipartimento di Giustizia ha accusato Rocha di agire come agente illegale di un governo straniero. La legge degli Stati Uniti richiede che coloro che agiscono per conto di governi stranieri si registrino presso il Dipartimento di Giustizia.

L’agenzia di stampa Associated Press ha riferito che Rocha è stato arrestato venerdì nell’ambito di un’indagine di controspionaggio condotta dal Federal Bureau of Investigation (FBI), l’agenzia di intelligence interna statunitense.

READ  L'inviato degli Stati Uniti in Afghanistan si dimette dopo il caotico ritiro | notizie di politica

L’Associated Press ha riferito che Rocha è stato accusato presso il tribunale federale di Miami, in Florida, e dovrebbe comparire in tribunale lunedì.

Sito web del Dipartimento di Stato americano Dillo Rocha ha prestato giuramento come ambasciatore in Bolivia il 14 luglio 2000.

Nel 2002, intervenne nella corsa presidenziale della Bolivia, avvertendo che gli Stati Uniti avrebbero tagliato gli aiuti se i boliviani avessero eletto Evo Morales, il candidato di sinistra ed ex coltivatore di foglie di coca.

Il discorso di Rocha è stato interpretato come un tentativo di influenzare l’esito delle elezioni in una regione in cui gli Stati Uniti hanno una lunga storia di sotterfugi e interferenze, che hanno fatto arrabbiare i boliviani e hanno contribuito a spingere Morales alla vittoria.

Da quando si è ritirato dal servizio governativo, Rocha ha iniziato una nuova carriera come direttore di una miniera d’oro nella Repubblica Dominicana, in parte di proprietà della società canadese Barrick Gold, accusata di degrado ambientale, ha riferito l’AP.

La società è stata anche accusata di essere stata complice di esecuzioni extragiudiziali in Tanzania.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x