L’ex vicepresidente americano Pence non appoggerà Trump

L’ex vicepresidente americano Pence non appoggerà Trump

New York –

L’ex vicepresidente americano Mike Pence ha dichiarato che non sosterrà Donald Trump nelle elezioni del 2024.

“Non sorprende che non sosterrò Donald Trump quest'anno”, ha detto venerdì Pence in un'intervista a Fox News, per la prima volta da quando l'ex presidente degli Stati Uniti è diventato il presunto candidato del Partito repubblicano. Trump per la nomina del loro partito, ma ha abbandonato la sua candidatura prima dell’inizio delle votazioni l’anno scorso.

Questa decisione rende Pence l’ultimo di una serie di alti funzionari dell’amministrazione Trump che si sono rifiutati di sostenere il tentativo del loro ex presidente di tornare nello Studio Ovale. Mentre i membri repubblicani del Congresso e altri funzionari repubblicani si sono ampiamente schierati a sostegno di Trump, una minoranza continua a opporsi alla sua candidatura.

Segna anche la fine di una svolta per Pence, che era stato a lungo visto come uno dei difensori più fedeli di Trump, ma che per due volte ha rotto con il suo compagno di corsa rifiutandosi di seguire il piano incostituzionale di Trump per cercare di rimanere al potere dopo aver perso il potere. elezione. Elezioni 2020. Quando i sostenitori di Trump hanno preso d'assalto il Campidoglio il 6 gennaio 2021, nel tentativo di interrompere la certificazione della vittoria di Joe Biden, Pence è stato costretto a fuggire alla banchina di carico del Senato mentre i rivoltosi cantavano: “Impicca Mike Pence!” l'esterno.

Per partecipare ai dibattiti delle primarie repubblicane, a Pence è stato chiesto di firmare una promessa in cui affermava che avrebbe sostenuto l'eventuale candidato del partito. Durante il primo dibattito a Milwaukee, Pence è stato tra i candidati che hanno alzato la mano alla domanda se avrebbero sostenuto Trump anche se fosse stato condannato in una delle quattro accuse penali contro di lui.

READ  I residenti di Kabul ritirano i loro soldi e fuggono dalla città mentre i talebani avanzano | notizie asiatiche

Ma Pence ha chiarito che ora nutre serie riserve sulle azioni e sulle posizioni politiche di Trump.

“Credo che chiunque si metta al di sopra della Costituzione non dovrebbe mai essere presidente degli Stati Uniti, e chiunque chieda a qualcun altro di metterlo al di sopra della Costituzione non dovrebbe mai più essere presidente degli Stati Uniti”, ha detto durante il suo discorso di lancio della campagna elettorale. .

Con il progredire della campagna, ha lanciato l'allarme sulla resistenza del partito all'invio di aiuti all'Ucraina e ha invitato i colleghi repubblicani a respingere quello che ha definito il “canto delle sirene del populismo” sposato da Trump e dai suoi seguaci.

In un'intervista con Fox, Pence ha detto di essere “molto orgoglioso” del suo passato in carica e di quello di Trump, ma ha detto: “Durante la mia campagna presidenziale ho chiarito che ci sono profonde differenze tra me e il presidente Trump su una serie di questioni, non solo le nostre divergenze sui miei doveri costituzionali, che ho esercitato il 6.” Da gennaio.”

“Voglio dire, quando ho visto la sua nomina, l’ho visto allontanarsi dal nostro impegno nella lotta al debito nazionale. “L’ho visto iniziare a rifuggire dal suo impegno per la sacralità della vita umana”, ha detto, riferendosi anche a quella che ha definito “la ritirata di Trump dall’essere duro con la Cina e dal sostenere gli sforzi della nostra amministrazione per forzare” la vendita di merci popolari. L'app TikTok.

“In ciascuno di questi casi, Donald Trump sta perseguendo e articolando un’agenda che va contro l’agenda conservatrice con la quale abbiamo governato durante i nostri quattro anni. Ecco perché non posso, in tutta coscienza, sostenere Donald Trump in questa campagna”.

READ  Il marito del deputato dell'Alaska vola con la carne quando l'aereo precipita

Pence si è rifiutato di dire per chi voterebbe e ha detto: “Terrò il mio voto per me”, ma ha chiarito che non sarebbe stato Biden.

“Non voterò mai per Joe Biden”, ha detto, “sono repubblicano”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x