L’Inghilterra ha avvertito di ‘aspettarsi l’inaspettato’ dall’Italia al Campionato Sei Nazioni | Campionato Sei Nazioni femminile

TAttualmente ci sono tre livelli distinti nel rugby femminile a livello d’élite. Il gruppo più numeroso è composto da squadre composte da dilettanti e semiprofessionisti che lottano per la sopravvivenza e il riconoscimento. Un gruppo molto più piccolo comprende Nuova Zelanda, Francia e, più recentemente, Galles, che hanno alcuni giocatori di rugby a tempo pieno nei loro ranghi con molta dipendenza da fermi a breve termine.

In lontananza, tutta sola, c’è l’Inghilterra. Il loro allenatore, Simon Middleton, può scegliere tra 29 giocatori che non hanno altro impegno professionale se non quello di vincere le partite di rugby. Ha vinto le ultime 19 partite di fila, un record senza precedenti e c’è poco rischio di farla finita domenica contro l’Italia a Parma. Per sottolineare le fortune a sua disposizione, Middleton ha apportato 11 modifiche alla XV che ha battuto la Scozia 57-5 a Edimburgo lo scorso fine settimana senza sacrificare la qualità della sua squadra.

Natasha Hunt inizia a metà mischia, vincendo il suo 56esimo cappello dopo un’assenza di 16 mesi. “Stava andando in giro con un grande sorriso stampato in faccia”, dice Middleton. “È vivace. Siamo davvero felici di vederla suonare di nuovo. “

Midnight Ellie Kildon è l’unico membro della linea di difesa a mantenere il suo posto dalla partita della Scozia. Helena Rowland si trasferisce al chiuso dopo che Zoe Harrison l’ha spinta fuori all’età di 10 anni. Emily Skrat scende in panchina e viene sostituita da Holly Aitchison all’esterno.

Poppy Cleall sarà il capitano dalla sua posizione preferita al numero 8, con Sarah Hunter selezionata tra le alternative. Il duo di Harlequins Shaunagh Brown e Vickii Cornborough torna in prima fila mentre l’adolescente Sadia Capia fa il suo debutto quest’anno in una tribuna aperta.

Otto del 23° girone della nazionale inglese non ha ancora perso con la maglia dell’Inghilterra. Con la vittoria di questo fine settimana, in che modo Middleton mantiene gli standard e riduce il rischio di compiacimento? “Semplicemente a causa della competizione per i posti, dell’intensità con cui ci alleniamo e dell’aspettativa di prestazioni”, dice. “Hanno una buona comprensione del motivo per cui non hanno ancora perso”.

Middleton ha detto alla sua squadra di “aspettarsi l’inaspettato” contro l’Italia, che usa un gioco di calci irregolari da gioco interrotto. “Hanno buone capacità nella loro linea di difesa e hanno una certa imprevedibilità su di loro”, dice. “Dobbiamo davvero imporci”.

Guida veloce

Nazionale femminile dell’Italia contro la squadra femminile dell’Inghilterra

Visualizza

Stadio Sergio Lanfranchi, Parma, 15:00 GMT di domenica 3 aprile

Italia: P Ostuni Minozzi; A Muzzo, M Sillari, B Rigoni, M Magatti; Madea, Santo Stefano; G Maris, M Bettoni, L Gai, S Tounesi, G Duca, F Sberna, I Locatelli, E Giordano (capitano). Alternative: V Vecchini, F Barro, S Seye, V Fedrighi, B Veronese, S Barattin, LA D’Inca, M Furlan.

Inghilterra: E Kuldunne; L. Thompson, H. Aitchison, H. Rowland, S. McKenna; Z Harrison, N Hunt; V Cornborough, L Davies, S Brown, R Galligan, A Ward, A Matthews, S Kabeya, P Cleall (berretto) Alternative: C Powell, M Muir, S Berna, S Hunter, V Fleetwood, L Packer, E Scarratt, E Sing.

Grazie per il tuo feedback.

I primi 20 minuti potrebbero essere stretti, come lo erano l’anno scorso prima che il tentativo di Skrat al 23′ provocasse una sconfitta per 67-3. “Questo è quello che si ottiene con un programma a tempo pieno”, dice Middleton, riferendosi alla sconfitta per 39-6 dell’Italia contro la Francia, che li ha visti ricevere tre tentativi nell’ultimo quarto della partita, oltre alla vittoria dell’Inghilterra sulla Scozia.

La scorsa settimana, la Scozia ha portato la palla 122 volte rispetto alle 108 dell’Inghilterra. Avevano più possesso palla, hanno trascorso più di cinque minuti in 22 partite dell’Inghilterra (rispetto ai 44 secondi dell’Inghilterra nella zona rossa scozzese) e hanno guidato la battaglia per il territorio del 62%. Eppure hanno lottato per rompere la linea.

La difesa dell’Inghilterra dovrebbe essere accreditata, ma la Scozia vorrà dimostrare di poter tradurre quell’intento offensivo in punti contro il Galles sabato. Al di fuori del confronto dell’ultima giornata tra Inghilterra e Francia, questa potrebbe essere la competizione del torneo quando due squadre ambiziose si incontrano a Cardiff. Il Galles è arrivato in rimonta battendo l’Irlanda 27-19 e sabato ha segnato 23 giocatori invariati.

Anche l’Irlanda non è cambiata durante la trasferta a Tolosa perché cerca di creare continuità in una squadra inesperta. Emir Considine è il giocatore con più presenze con 24 presenze con la sua nazionale e 8 dei 15 pali non hanno ancora giocato nel 10° Test. Questa è la realtà nel mondo ineguale del rugby femminile.

READ  Gary Ringrose riacquista la sua magia

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x