L’Italia chiede a TikTok di bloccare gli utenti dopo la morte di una giovane ragazza

Il cane da guardia italiano per la privacy dei dati ha ordinato venerdì l’app video TikTok di bloccare gli account di tutti gli utenti in Italia che non sono stati in grado di verificare la propria età dopo la morte di una bambina di 10 anni che stava utilizzando l’app di proprietà cinese.

In una dichiarazione, il regolatore ha affermato che mentre TikTok si è impegnato a vietare le registrazioni di bambini di età inferiore ai 13 anni, tale regola era comunque facile da aggirare. Di conseguenza, ha affermato che TikTok è stato costretto a bloccare gli account utente non verificati almeno fino al 15 febbraio in attesa di ulteriori informazioni.

Non c’è stata una risposta immediata da TikTok, che è di proprietà della società cinese ByteDance. Il verdetto è arrivato dopo che una ragazza è morta soffocata a Palermo, in Sicilia. I suoi genitori hanno detto che stava partecipando alla cosiddetta sfida di blackout pubblicata su TikTok, dove si è messa una cinghia intorno al collo e ha trattenuto il respiro mentre si registrava sul suo telefono.

“L’autorità di controllo ha deciso di intervenire con urgenza sulla scia dell’orribile caso della ragazzina palermitana di 10 anni”, ha detto l’autorità. Ha detto che TikTok è stato bandito dal “trattamento dei dati degli utenti per i quali non c’è certezza assoluta, e quindi dal rispetto delle disposizioni in materia di requisiti di età”.

Ciò significa che gli account non verificati sono bloccati e gli utenti non saranno più in grado di scaricare video, ha detto un funzionario.

READ  Lasciati incantare da queste foto della Maison Gucci, il film più abbagliante che tu non abbia mai visto prima

(Questa storia non è stata modificata dallo staff di Devdiscourse e generata automaticamente da un feed condiviso.)

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x