L’Italia consolida l’accordo sul gas con il Congo mentre boicotta le importazioni russe

L’Italia è un altro passo avanti nel suo progetto di aumentare le sue esportazioni di gas naturale poiché il Paese ha firmato un nuovo accordo

Giovedì il confronto con la Repubblica del Congo.

La delegazione italiana ha visitato questa settimana l’Angola e ora la Repubblica del Congo per stipulare contratti di GNL.

Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ha annunciato giovedì l’accordo con il ministro degli Esteri congolese Jean-Claude Gakuso a Brazzaville, affermando che l’attacco russo all’Ucraina ha costretto l’Italia a diversificare le sue fonti energetiche.

L’Italia, come la maggior parte dei paesi europei, sta cercando di ridurre rapidamente la sua dipendenza dalle importazioni russe di gas naturale, poiché i leader si rendono conto che i loro pagamenti stanno aiutando a finanziare la guerra di Mosca, ma Umberto Triulzi, professore di economia politica all’Università di Roma, Sapienza, crede L’Italia no. Ha l’audacia giusta per un cambio così rapido.

“Paesi con cui abbiamo stretto accordi negli anni passati come Algeria, Libia, Qatar, Azerbaigian, Angola, Congo, Mozambico e tutti questi paesi, abbiamo chiesto loro di aumentare le loro esportazioni verso l’Italia e dobbiamo farlo nel frattempo in un modo diverso Per alcuni di loro abbiamo oleodotti, come l’Algeria, come la Libia e l’Azerbaigian, ma per altri no.Quindi abbiamo bisogno di costruire oleodotti e gasdotti, e anche regas (impianto di rigassificazione), come abbiamo detto, ma non lo produciamo e dobbiamo acquistarlo dai paesi che lo producono, come la Corea. Pertanto, c’è molto investimento che dobbiamo fare e questo è qualcosa che richiederà tempo e di nuovo le risorse, che ora abbiamo poco a causa della crisi, ma non si può fare altro, questo è d’obbligo”.

Il nuovo accordo con il Congo prevede un nuovo progetto di gas naturale liquefatto che dovrebbe essere lanciato il prossimo anno con una capacità di 4,5 miliardi di metri cubi all’anno.

READ  La Corte Suprema italiana annulla mandato di cattura per sospettato vaticano

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x