L'Italia è in una fase di “ricostruzione” dopo aver vinto la Coppa del Mondo, dice Tommaso Allan

L'Italia è in una fase di “ricostruzione” dopo aver vinto la Coppa del Mondo, dice Tommaso Allan

PERpignan – L'Italia si presenta al Sei Nazioni come un'anomalia dopo una triste Coppa del mondo di rugby, ma Tommaso Allan afferma che ha il talento per cambiare le cose mentre si prepara a dare il via contro l'Inghilterra il 3 febbraio.

“Penso che potremo fare bene nel torneo quest'anno”, ha detto il trentenne all'AFP.

“Abbiamo un trequarti molto pericoloso e buoni attaccanti con la palla. Ora abbiamo un nuovo allenatore e un nuovo staff. Siamo una squadra in ricostruzione. Dovremo adattarci, e in fretta”.

È la risposta di una nazione che ha lottato fin dal giorno in cui si è unita alle vecchie cinque nazioni nel 2000.

L'Italia non si è mai avvicinata alla vittoria del titolo, con il miglior piazzamento arrivato nel 2013 quando arrivò quarta.

D'altra parte, hanno vinto il cucchiaio di legno in nove degli ultimi 10 anni con appena 13 vittorie in 120 partite. Dal 2013 hanno vinto due volte.

La Coppa del Mondo fu ancora più disastrosa poiché persero 60-7 contro la Francia e 96-17 contro la Nuova Zelanda.

“Queste due sconfitte sono state una lezione per i giocatori che pensavano che fossimo migliori di noi”, ha detto Allan, aggiungendo che l'Italia aveva la “squadra più giovane” ai Mondiali ma i risultati parlano da soli.

Da allora l'allenatore Kieran Crawley ha lasciato il posto all'ex centrocampista argentino Gonzalo Quesada, il cui curriculum include un titolo Top 14 con lo Stade Francais e la conquista della finale del Super Rugby con i Jaguares.

“Ha un buon curriculum”, ha detto Alan. “Gonzalo ha un punto di vista leggermente diverso rispetto a Kieran, è un po' più concentrato, ma vuole anche che manteniamo il nostro DNA e questa è una buona cosa”.

READ  Orari delle partite e ultime notizie

Il mediano d’apertura ha anche ignorato le richieste per la sostituzione dell’Italia nel Sei Nazioni con la Georgia o il Portogallo, diventate particolarmente rumorose durante un’incubo di 36 sconfitte consecutive dal 2016-2022.

Gli italiani hanno qualcosa da dimostrare nella competizione. Le loro ambizioni di vincere il primo titolo del Sei Nazioni devono ancora raggiungere il loro obiettivo, ma Allan, con 79 presenze a suo nome, desidera ottenere almeno una vittoria in casa.

E aggiunge: “Mi piacerebbe vincere una partita in Italia, a Roma, perché l'unica partita che ho vinto con la Nazionale (nel Sei Nazioni) è stata in Scozia nel 2015”.

“Speriamo di poterlo fare contro l’Inghilterra o la Scozia.

“Tutti i giocatori e gli allenatori sono cambiati molto. È sempre così dopo il Mondiale, quindi vedremo. Ma penso che quest'anno possiamo farcela”. Agenzia di stampa francese

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x