L’Italia presterà un marmo del Partenone alla Grecia – con una garanzia

Dal momento che il British Museum si è ancora rifiutato di restituire il marmo del Partenone rubato acquisito 200 anni fa, l’Italia ha detto che avrebbe prestato alla Grecia parte del fregio, ma la Grecia, in cambio, avrebbe dovuto inviare un altro tesoro in prestito.

Il Ministero della Cultura e dello Sport greco ha dichiarato che il Consiglio Archeologico Centrale ha detto ai giornalisti che l’accordo avrà luogo nella sua prossima riunione entro la fine del 2021, riporta ArtNet.

Il pezzo conservato dall’Italia, dalla sesta pietra sul fregio orientale del Partenone, OS nel Museo Archeologico Antonio Salinas a Palermo, Sicilia. Secondo i termini dettati dalla legge italiana, il pezzo sarebbe tornato in Grecia con un prestito di quattro anni, con l’intenzione di estenderlo per altri quattro anni.

In cambio, il Museo dell’Acropoli della Fondazione Palermo invierà una statua senza testa della dea Atena, secondo il blog Archaeology.wiki. La statua sarà sostituita da un vaso proteogeometrico dopo un periodo di quattro anni, corrispondente al tempo in cui il Fregio del Partenone è rimasto in Grecia.

Il nuovo governo democratico greco ha fatto un’offerta simile di prestito al British Museum, senza spiegare se avrebbe ammesso che i globi di vetro rubati ora appartenevano agli inglesi, hanno affermato.

Il primo ministro britannico Boris Johnson, che prima di accettare l’incarico aveva detto che i marmi dovevano essere restituiti, ora dice che non può intervenire e che spetta al British Museum Council che ha detto che non torneranno mai in Grecia.

Il sito ha detto che il British Museum è in un limbo legale perché senza che la legislazione lo permetta, nessuna delle palle o altra merce saccheggiata dagli inglesi quando contenevano colonie e occupazione potrebbe essere restituita.

READ  L'Inghilterra batte San Marino, si qualifica al Mondiale

Tuttavia, il rapporto indicava che il Regno Unito potrebbe aprire la strada alla restituzione dei marmi rubati, ma una serie di funzionari governativi ha affermato in privato che questo sarebbe stato vietato perché non c’era alcuna intenzione di restituire alla Grecia i suoi tesori.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x