L'Italia smentisce la presenza di tre lavoratori ghanesi che hanno lavorato alla Biennale di Architettura di Venezia

L'Italia smentisce la presenza di tre lavoratori ghanesi che hanno lavorato alla Biennale di Architettura di Venezia

Venezia, Italia –

La curatrice della Biennale di Architettura di Venezia di quest'anno ha denunciato giovedì il rifiuto dell'Italia di concedere i visti a tre uomini ghanesi che hanno lavorato con lei alla grande mostra che ha dato voce agli africani e alla diaspora africana.

Lesley Lokko, scozzese-ghanese e primo africano a curare la Biennale di architettura, ha dichiarato in una conferenza stampa che l'ambasciata italiana in Ghana aveva indicato “ragionevoli dubbi” sulle intenzioni dei candidati di lasciare l'Italia alla scadenza del visto.

Ma ha detto che l'ambasciata non ha fornito alcuna spiegazione per la sua decisione.

“Per quasi la prima volta nella mia vita, sono senza parole”, ha detto.

La Biennale, che si aprirà sabato, riunisce un gran numero di partecipanti provenienti dall’Africa o dalla diaspora africana sotto il titolo “Lab of the Future”, esplorando i temi della decolonizzazione e della decarbonizzazione.

Loko ha detto che questa non è la prima volta che si trova ad affrontare il rifiuto d'ingresso da parte dei paesi occidentali.

“È successo alla mia famiglia. È successo ai miei amici. È successo ai collaboratori. Penso che tutti nel Sud del mondo capiscano molto bene questa storia”, ha detto.

Mentre il rifiuto faceva notizia, ha aggiunto: “Questa non è una storia nuova. “È una vecchia storia familiare.”

Ha letto un comunicato stampa rilasciato dall’ambasciata in Ghana in cui si afferma che è “in prima linea nelle politiche per promuovere il patrimonio culturale africano, sia tangibile che immateriale”.

“Questa non è l’avanguardia della politica”, ha risposto. Questo è il suo brutto culo.

READ  L'attrice italiana premio Oscar Sophia Loren è stata ricoverata in ospedale dopo una caduta

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x