L’italiano Berlusconi “profondamente deluso e rattristato” da Putin

L’ex primo ministro italiano e leader del partito Forza Italia (Go Italy!) Silvio Berlusconi partecipa a un raduno a Roma, 9 aprile 2022. REUTERS/Remo Casilli

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – L’ex premier italiano Silvio Berlusconi si è detto sabato profondamente deluso e rattristato dal comportamento del presidente russo Vladimir Putin.

L’uomo d’affari, che per anni ha stretto una stretta amicizia con il leader russo, ha affermato che Putin dovrebbe assumersi la piena responsabilità agli occhi del mondo per l’invasione dell’Ucraina.

“L’ho incontrato 20 anni fa e mi è sempre sembrato un uomo democratico e pacifico… che peccato”, ha detto Berlusconi a una conferenza del suo partito conservatore Forza Italia a Roma.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Questa è la prima volta che Berlusconi parla pubblicamente di Putin da quando la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio.

Il Cremlino descrive la misura come una “operazione speciale” volta a disarmare e “screditare” il suo vicino – che l’Ucraina ei suoi alleati hanno definito un pretesto infondato per la guerra.

Berlusconi, nel 2015, ha descritto Putin come “senza dubbio il numero uno tra i leader mondiali”, un tempo leader russo, 69 anni, come un fratello minore.

I due si sono visitati in Russia e in Italia e sono stati fotografati in passato mentre ridevano durante le visite ufficiali.

Berlusconi, 85 anni, è stato presidente del Consiglio per diversi mandati: 1994-1995, 2001-2006 e 2008-2011.

“L’attacco all’Ucraina, invece di portare la Russia in Europa, l’ha gettata tra le braccia della Cina… Che peccato, che peccato”, ha detto.

(Segnalazione di Stephen Geokes – Montaggio) Di Frances Kerry

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x