L’italiano Draghi ha discusso con Sanchez dell’idea del gasdotto Italia-Spagna

Il primo ministro italiano Mario Draghi si trova durante il vertice dei leader dell’Unione europea a Bruxelles, in Belgio, il 25 marzo 2022. REUTERS/Joanna Giron

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

ROMA (Reuters) – Il premier italiano Mario Draghi ha detto di aver discusso l’idea di costruire un gasdotto verso la Spagna con il suo omologo spagnolo nell’ambito dei piani per svezzare l’Europa dal gas russo.

“C’è l’idea di un gasdotto tra Italia e Spagna, di cui abbiamo discusso con (il primo ministro Pedro) Sanchez a Roma così come al Consiglio europeo”, ha detto giovedì Draghi.

La Spagna ha la più grande capacità di rigassificazione da gas a gas in Europa, ma il trasporto di gas in Europa attraverso i Pirenei è stato un problema a causa delle strozzature.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

L’Europa, che ottiene circa il 40 per cento delle sue forniture di gas dalla Russia, ha lottato per trovare alternative e diversificare il proprio mix di approvvigionamento dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

“I Paesi del sud del Mediterraneo in Europa ora si rendono conto che possono essere hub molto importanti per il gas oggi ma anche e soprattutto per l’idrogeno domani”, ha detto Draghi in conferenza stampa. Per saperne di più

La società spagnola di trasporto del gas Enagas ha dichiarato giovedì che sta studiando opzioni con Madrid e operatori dei paesi vicini per rafforzare i collegamenti tra la Spagna per il trasporto di gas e idrogeno.

Draghi ha affermato che mentre la sostituzione del 30-40% delle forniture russe potrebbe essere effettuata immediatamente, sarebbe molto difficile sostituire il resto.

READ  L'Italia conquista l'UNESCO con il 'magico' rituale del caffè espresso

L’Italia, che dispone di gasdotti collegati all’Algeria, alla Libia e all’Azerbaigian, desidera aumentare le sue importazioni di gas naturale liquefatto per ridurre la sua dipendenza dalla Russia.

“C’è un’altra ipotesi, il gasdotto EastMed… la Commissione dell’Unione Europea sta studiando la fattibilità del gasdotto”, ha detto Draghi.

Il gruppo energetico statale ENI (ENI.MI) ha affermato in passato che i progetti gas nei paesi del Mediterraneo orientale come Egitto, Cipro e Israele potrebbero essere fondamentali per aiutare l’Europa a diversificare.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Crispian Palmer Reporting), Reportage aggiuntivo di Isla Penny a Madrid, Scrittura di Stephen Geokes, Montaggio di Gianluca Cimraro e Bernadette Baum

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x