― Advertisement ―

spot_img
HomeTop NewsL'italiano Gianmarco Tammperi vince l'oro nel salto in alto

L’italiano Gianmarco Tammperi vince l’oro nel salto in alto

Gianmarco Tampere Ha vinto il suo primo titolo mondiale nel salto in alto dopo una prestazione sensazionale ai Campionati del mondo IAAF di Budapest (martedì 22 agosto).

Il campione olimpico in carica è balzato al comando del mondo con un vantaggio di 2,36 metri e si è aggiudicato l’oro con gli Stati Uniti John Harrison È arrivato secondo nel conto alla rovescia nonostante avesse raggiunto la stessa altezza.

Il terzo posto e la medaglia di bronzo sono andati al Qatar Mutaz Barshimche ha fallito nei suoi tre tentativi di superare 2.36. Questa è la prima volta che Barshim non vince un torneo importante dal suo secondo posto a Rio 2016.

Nonostante sia un campione olimpico, Tampere non ha mai assaporato la vittoria ai Campionati del mondo, finendo quarto nell’ultima partita all’Oregon 22.

E se la giornata è stata tutta dedicata all’italiano, ha avuto tempo anche per il suo caro amico Barshim, con cui ha condiviso l’oro olimpico a Tokyo 2020, e lo ha abbracciato affettuosamente dopo l’uscita di quest’ultimo dalla competizione.

“È incredibile”, ha risposto Tamberi quando gli è stato chiesto come si sentisse in un’intervista alla televisione francese dopo la finale. “Mi sento come se un essere umano avesse battuto alcuni supereroi stasera.”

Alla domanda sulla chiassosa fan base italiana che ha acclamato ogni suo salto durante la competizione, il nuovo campione del mondo ha detto che l’atmosfera lo faceva sentire a casa.

“Vivo per questi momenti”, ha detto. “Il mio modo di competere è essere me stesso ed esprimere tutti i sentimenti che ho dentro.”

READ  L'evacuazione della "Afghan Girl" dalla famosa copertina in Italia

Continua la favola di uno dei più illustri campioni olimpici

La medaglia d’oro congiunta tra Tampere e Barshim alle Olimpiadi di Tokyo 2020 è stata uno dei momenti più memorabili degli ultimi Giochi Olimpici.

Con un’altezza di 2,37 metri, entrambi hanno scelto di non saltare in favore di tornare a casa come campioni olimpici. Era la prima volta in oltre un secolo che c’era un podio olimpico congiunto.

E ora il sogno di Tampere, che ha vinto il suo primo oro iridato al quinto tentativo, continua. L’italiano è ora campione del mondo e campione olimpico, titoli che fino a stasera appartenevano a Barshim, suo compagno da più di un decennio.