L’italiano Vendrami si precipita alla vittoria di Gero nella 12a tappa, Bernal indossa una maglia rosa

L’italiano Andrea Vendram ha deciso di rivendicare la sua prima grande vittoria nella 12a tappa del Giro d’Italia giovedì, con il colombiano Igan Bernal che stringeva la maglia rosa dei leader.

Il pilota di AG2R Citroen Vendrame ha battuto l’australiano Chris Hamilton, suo ultimo compagno disertore, sulla linea dopo il trekking di 212 km da Siena in Toscana a Bagno di Romagna.

Il neozelandese George Bennett e l’italiano Gianluca Brambella hanno saltato l’ultima gara, finendo 15 secondi dietro ai primi.

Bernal, vincitore del Tour de France 2019, ha mantenuto la sua leadership in gara, con il pilota Ineos che ha tagliato il traguardo tra il gruppo, a 10 minuti dal ritmo.

“Che sensazione incredibile”, ha detto Vendrame.

Per un italiano, vincere una tappa al Giro è la cosa più incredibile che possa capitare nella mia carriera.

“Ora la squadra sarà più rilassata e spero che vinceremo di più”.

La tappa si è svolta tra la dozzina di concorrenti che hanno condotto la quarta e ultima salita di giornata, Paso del Carnayo, 12 minuti davanti a Peloton.

Vendrami ha attaccato 18 chilometri prima di essere catturato da Hamilton, Bennett e Brambella prima della vetta, ma ha riguadagnato la sua superiorità all’atterraggio.

Il 26enne ha mantenuto la sua prima vittoria nel World Tour e il suo terzo successo professionale dopo una tappa al Circuit de la Sarthe e al Tru Pro Lyon, in Bretagna.

Brambella era furioso per aver perso la sua seconda vittoria al Giro, cinque anni dopo la sua ultima vittoria ad Arezzo.

“Non ho niente da dire, chiedi a George Bennett”, ha detto l’italiano, che è stato anche punito per il suo nemico irregolare ed è caduto dal terzo al quarto dietro al neozelandese.

READ  Test spia BMW M4 CS 2022

Bernal è di 45 secondi davanti al russo Alexander Vlasov dell’Astana con l’italiano Damiano Caruso, per finire terzo nel Gran Premio del Bahrain in 1 minuto e 12 secondi.

“E ‘stata una tappa difficile ma posso contare su una squadra molto forte”, ha detto Bernal, ancora diffidente nei confronti del due volte vincitore, Vincenzo Nepalese.

L’ex Gran Premio di Francia e Vuelta, campionessa di Spagna, nepalese, sono rimaste indietro di 36 secondi con un attacco tempestivo alla retrocessione finale.

Bernal ha ammonito l’italiano, che è 13 ° in classifica generale, a quattro minuti dal comando: “E ‘molto stagionato e un grande pilota. Dobbiamo diffidare di lui. Potrebbe farti perdere il giroscopio”.

È stata una giornata piena di ferite in Toscana quando diversi motociclisti si sono ritirati.

Alessandro de Marchi, che indossava l’ex maglia rosa italiana, si è fratturato una clavicola, sei costole e due vertebre.

Il pilota della Start-Up Nation israeliana è corso sulla piattaforma ed è stato trasportato in ambulanza all’ospedale.

Il suo team ha confermato che “Dima (de Marchi) è stato portato in ospedale e gli è stata diagnosticata una frattura alla clavicola destra e sei costole rotte”.

“Ha anche fratturato la prima e la seconda vertebra toracica. Non ha subito lesioni alla testa, ma deve rimanere in ospedale per almeno una notte”, ha aggiunto.

Ha indossato la maglia rosa per due giorni nella prima settimana di gare, ma è sceso al 62 ° posto assoluto.

Il concorrente spagnolo Movistar Marc Soler, che era 11 ° assoluto, è caduto poco dopo l’inizio della tappa e si è dovuto fermare dopo 50 chilometri per un mal di schiena.

READ  Posted Up - Victor Oladipo può competere per Hit in the East?

Altri due concorrenti, il collega inglese di De Marchi Alex Dossett e lo svizzero Gino Maider del Bahrein, vincitore della sesta tappa, si sono ritirati prima della gara nella città toscana di Firenze, a 62 chilometri dal teatro.

Venerdì, i corridori avranno la loro ultima possibilità di impattare la 13a tappa in pianura a una distanza di 198 chilometri da Ravenna a Verona, prima di dirigersi verso le montagne e il Monte Zoncolan sabato.

Il teatro segnerà il 700 ° anniversario della morte del gigante letterario italiano Dante Alighieri, la cui tomba si trova a Ravenna, sulla costa adriatica.

I risultati della 12a tappa del Giro d’Italia di giovedì per la distanza di 212 km tra Siena e Bagno de Romagna:

1. Andrea Vendram (ITA / AG2) 5 ore 43 minuti 48 secondi 2. Chris Hamilton (Australia / DSM) simultaneamente 3. George Bennett (Nuova Zelanda / Giappone) 15 secondi, 4. Gianluca Brambella Street (ITA / TRE)), 5. Giovanni Visconti (ITA / BAR) 1:12, 6. Geoffrey Bouchard (FRA / AG2) 1:25, 7. Nicholas Edet (FRA / COF) 1:47, 8. Simon Pettilly (ITA / INT) 1: 47, 9. Mikel Honore (DEN / DEC) 3:00, 10. Simon Ravanelli (Italia / Indonesia) 4:19

Specificato

15. Vincenzo Nibali (ITA / TRE) 10:07, 17. Egan Bernal (COL / INE) 10:14, 25. Emanuel Buchmann (GER / BOR) st, 28. Aleksandr Vlasov (RUS / AST) st, 30. Daniel Martinez Street (COL / INE), 32. Roman Bardet Street (BEL / DSM)

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x