Lo stato cerca Derek Chauvin, 30 anni. La difesa vuole tempo

MINNEAPOLIS – I pm chiedono una condanna a 30 anni di carcere per l’ex agente di polizia di Minneapolis condannato per omicidio per la morte di George Floyd, ma gli avvocati della difesa chiedono che Derek Chauvin sia condannato in libertà vigilata e per quanto tempo ha già scontato atti giudiziari depositati mercoledì.

Chauvin dovrebbe essere condannato il 25 giugno dopo essere stato riconosciuto colpevole di omicidio premeditato e omicidio colposo. Il giudice Peter Cahill in precedenza aveva stabilito che c’erano fattori aggravanti nella morte di Floyd. Questo gli dà la discrezionalità di giudicare Chauvin al di sopra della gamma raccomandata dalle linee guida statali, che è fino a 15 anni.

I pubblici ministeri hanno affermato che le azioni di Chauvin sono state eclatanti e che la condanna a 30 anni “spiega adeguatamente il profondo impatto che il comportamento dell’imputato ha sulla vittima, sulla famiglia della vittima e sulla società”. Hanno detto che le azioni di Chauvin “hanno scioccato la coscienza della nazione”.

I pubblici ministeri hanno scritto: “Nessuna sentenza può ribaltare la morte del signor Floyd e nessuna sentenza può invertire il trauma causato dalle azioni dell’imputato. Ma il giudizio imposto dalla corte deve dimostrare che nessuno è al di sopra della legge e nessuno è al di sotto di essa. ” “Il verdetto dell’imputato dovrebbe ritenerlo pienamente responsabile del suo comportamento riprovevole”.

L’avvocato difensore Eric Nelson ha citato l’età di Chauvin, la mancanza di precedenti penali e il sostegno della famiglia e degli amici nel chiedere la condanna alla libertà vigilata e la durata del suo servizio. Ha detto che Chauvin, 45 anni, era il prodotto di un sistema “rotto”.

Mark Osler, un ex procuratore federale e ora professore alla St. Thomas University School of Law, ha affermato che non è insolito per gli avvocati fare questo tipo di richieste come una sorta di “spettacolo di apertura”. Ha detto che non c’era alcuna possibilità che Chauvin fosse sotto sorveglianza e che i pubblici ministeri difficilmente avrebbero ottenuto i 30 anni che chiedevano.

READ  I soccorritori salvano 2 da un camioncino sospeso sopra il profondo stretto dell'Idaho

Ha detto che i tentativi di Nelson di ritrarre Chauvin come una persona perfetta per la sorveglianza e un cittadino rispettoso della legge dovrebbero probabilmente affrontare “un feroce ritiro da parte del governo”, dato che Chauvin è anche accusato di evasione fiscale. Ha aggiunto che il riferimento di Nelson a Chauvin come il prodotto di un sistema rotto è “fantastico – la maggior parte degli americani sembra pensare che Chauvin incarni ciò che è rotto nel nostro sistema di giustizia penale”.

Chauvin è stato condannato ad aprile per omicidio colposo di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado per aver premuto il ginocchio contro il collo di Floyd per 9 minuti e mezzo perché l’uomo di colore ha detto che non riusciva a respirare ed è rimasto immobile. L’uccisione di Floyd, che è stata registrata in un video ampiamente visto di un passante, ha scatenato manifestazioni negli Stati Uniti e all’estero mentre i manifestanti chiedevano cambiamenti alla polizia.

Sebbene Chauvin sia stato riconosciuto colpevole di tre capi di imputazione, sarà condannato solo per il crimine più grave: omicidio di secondo grado. In base alle linee guida per la condanna del Minnesota, senza precedenti penali, per questa accusa rischia una condanna di 12 anni e mezzo di carcere. Cahill potrebbe essere condannato a meno di 10 anni e otto mesi o fino a 15 anni di carcere e rimanere entro le linee guida.

Ma i ricorrenti hanno chiesto la cosiddetta elevazione al vertice, affermando che diverse aggravanti giustificavano una pena più elevata. Cahill ha accettato, scoprendo che Chauvin ha trattato Floyd con particolare crudeltà, ha abusato della sua posizione di ufficiale di polizia, ha commesso il suo crimine come parte di un gruppo di tre o più persone e ha bloccato Floyd in presenza dei bambini.

READ  Una donna del Mali dà alla luce nove figli in Marocco

I pubblici ministeri hanno affermato che anche uno di questi fattori giustifica un giudizio più elevato.

Nelson ha scritto che mentre questo incidente descriveva Chauvin come un “uomo pericoloso”, serviva la sua comunità come ufficiale e aveva una famiglia amorevole e amici intimi. Ha anche contestato la decisione del tribunale secondo cui c’erano fattori aggravanti, dicendo che non c’erano prove che l’attacco di Chauvin a Floyd avesse comportato ingiustificata inflizione di dolore o crudeltà.

“Qui, il signor Chauvin non era a conoscenza del fatto che stava commettendo un crimine. Infatti, secondo lui, stava semplicemente adempiendo al suo dovere legale di assistere altri ufficiali nell’arresto di George Floyd”, ha scritto Nelson, aggiungendo che il crimine di Chauvin potrebbe essere meglio descritto come un errore commesso, commesso in buona fede in base alla sua esperienza e alla formazione ricevuta, e non si trattava di commettere un reato intenzionalmente.

“Nonostante la fama che circonda questo caso, la corte deve considerare i fatti. Tutti puntano al singolo fatto più importante: il signor Chauvin non aveva intenzione di causare la morte di George Floyd. Credeva di fare il suo lavoro”, ha scritto. .

Indipendentemente dalla punizione ricevuta da Chauvin, in Minnesota si presume che un imputato ben educato spenderà due terzi della pena in prigione e il resto in libertà vigilata, nota come libertà vigilata.

Nelson sta anche cercando un nuovo processo per Chauvin, una richiesta un po’ di routine dopo la condanna. Ha sostenuto che un’ampia pubblicità pre-processuale ha distorto il pool di giurati e ha privato Chauvin del suo diritto a un processo equo. Ha anche detto che Cahill ha abusato del suo potere quando ha rifiutato le richieste della difesa di rimuovere il processo da Minneapolis e di licenziare la giuria. Ha detto che lo stato aveva commesso una cattiva condotta da parte dell’accusa.

READ  Le prospettive dei piloti sono state interrotte, i sistemi di allarme non funzionanti in un incidente aereo a mezz'aria in Alaska uccidono 6 persone

Nelson chiede anche un’udienza per indagare se ci sia stata cattiva condotta giurata. Nelson ha affermato che un giurato alternativo ha fatto commenti pubblici indicando che si sentiva sotto pressione per emettere un verdetto di colpevolezza e che l’altro giurato che ha deliberato non ha seguito le istruzioni della giuria e non è stato disponibile durante la selezione della giuria. Il giurato, Brandon Mitchell, non ha detto di aver partecipato al raduno del 28 agosto a Washington, D.C., per onorare Martin Luther King, Jr..

Nelson ha affermato che Mitchell ha fatto commenti ai media che indicavano di aver basato il suo giudizio su un’influenza esterna.

I querelanti hanno una settimana per presentare una risposta scritta a tali argomenti.

Chauvin è stato anche incriminato con l’accusa federale di aver violato i diritti civili di Floyd, così come i diritti civili di un quattordicenne che era agli arresti nel 2017. Anche gli altri tre ex agenti coinvolti nella morte di Floyd sono stati accusati di violazioni dei diritti civili. Sono in attesa di processo in tribunale statale per favoreggiamento delle accuse.

Non è stata fissata una data per il processo federale. I pubblici ministeri federali chiedono più tempo per prepararsi al processo, affermando che il caso è complicato dall’enorme volume di prove e da indagini federali e statali separate ma coordinate.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x