Lo studio mostra che la criosfera terrestre ha in media una perdita netta di 87.000 chilometri quadrati all’anno

TORONTO – Uno studio di 37 anni mostra che la criosfera fluttuante della Terra – l’area del pianeta coperta di ghiaccio e neve – ha una media di 87.000 chilometri quadrati di perdita netta ogni anno, che i ricercatori attribuiscono al cambiamento climatico.

Il uno studioÈ stato pubblicato su una rivista dell’American Geophysical Union, da ricercatori che hanno calcolato il volume della criosfera su base giornaliera tra il 1979 e il 2016 e poi hanno calcolato stime medie annuali.

“La criosfera è uno degli indicatori climatici più sensibili e il primo a mostrare un mondo che cambia”, ha affermato Xiaoqing Peng, coautore dello studio e della geografia fisica presso l’Università di Lanzhou. Comunicato stampa. “Il cambiamento di scala è un grande cambiamento globale, non un problema regionale o locale”.

Attraverso la loro analisi, i ricercatori dello studio hanno scoperto che l’emisfero settentrionale era il più colpito, diminuendo di dimensioni di circa 102.000 chilometri quadrati all’anno. Ma nell’emisfero australe, le dimensioni della criosfera stanno effettivamente aumentando a un ritmo di 14.000 chilometri quadrati all’anno.

Tuttavia, i ricercatori hanno affermato che il restringimento generale della criosfera era un segno del cambiamento climatico.

Osservando per quanto tempo la criosfera è stata congelata, lo studio mostra che una gran parte di essa è rimasta congelata per un periodo di tempo più breve nel corso degli anni.

“Il primo giorno medio di congelamento ora si verifica circa 3,6 giorni dopo il 1979 e il ghiaccio si scioglie dopo circa 5,7 giorni”, afferma lo studio.

La criosfera mira a riflettere la luce solare dalla sua superficie per raffreddare la Terra, quindi lo studio afferma che il restringimento di quest’area potrebbe portare a cambiamenti globali della temperatura dell’aria, del livello del mare e delle correnti oceaniche.

READ  La navicella spaziale cinese Marte atterrerà tra sabato e mercoledì - Red Deer Advocate

var addthis_config = {services_exclude: "facebook,facebook_like,twitter,google_plusone"}; jQuery(document).ready( function(){ window.fbAsyncInit = function() { FB.init({ appId : '404047912964744', // App ID channelUrl : 'https://static.ctvnews.ca/bellmedia/common/channel.html', // Channel File status : true, // check login status cookie : true, // enable cookies to allow the server to access the session xfbml : true // parse XFBML }); FB.Event.subscribe("edge.create", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_like_btn_click'); });

// BEGIN: Facebook clicks on unlike button FB.Event.subscribe("edge.remove", function (response) { Tracking.trackSocial('facebook_unlike_btn_click'); }); }; requiresDependency('https://s7.addthis.com/js/250/addthis_widget.js#async=1', function(){ addthis.init(); }); var plusoneOmnitureTrack = function () { $(function () { Tracking.trackSocial('google_plus_one_btn'); }) } var facebookCallback = null; requiresDependency('https://connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1&appId=404047912964744', facebookCallback, 'facebook-jssdk'); });

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x