L’ondata di caldo nell’Europa meridionale genera incendi in Turchia, Italia e Grecia | La voce dell’America

Un’ondata di caldo senza precedenti in tutta l’Europa sudorientale ha scatenato incendi boschivi mortali in Turchia, Grecia e Italia e ha minacciato la rete elettrica nazionale della Grecia.

I vigili del fuoco dell’Unione europea sono arrivati ​​in Turchia lunedì mentre hanno unito le forze con i volontari locali che combattono gli incendi boschivi mortali lungo la costa per il sesto giorno, e gli incendi sono stati accusati di aver ucciso otto persone negli ultimi giorni. Lunedì non sono stati segnalati ulteriori decessi.

I politici dell’opposizione del paese hanno criticato il presidente Recep Tayyip Erdogan per quella che hanno visto come la sua risposta lenta e inverosimile agli incendi.

I vigili del fuoco italiani utilizzano gli elicotteri per combattere gli incendi lungo la costa adriatica di quel Paese e nella regione Sicilia. I vigili del fuoco nazionali (Vigilli del Fuoco) riferiscono che i vettori aerei canadesi hanno contribuito a combattere più di 715 incendi nelle ultime 24 ore.

In questa foto pubblicata dai vigili del fuoco italiani, una vista di un violento incendio boschivo che ha bruciato il pino storico a Pescara, Italia centrale, il 1 agosto 2021.

In Grecia, dove le temperature hanno raggiunto i 45 gradi Celsius (113 gradi Fahrenheit) all’interno, secondo l’Associated Press, ai lavoratori con condizioni di salute è stato permesso di assentarsi dal lavoro. Inoltre, sono state riavviate le centrali elettriche a carbone che avrebbero dovuto essere ritirate per supportare la rete nazionale, sotto pressione a causa dell’uso diffuso di condizionatori d’aria.

I vigili del fuoco greci, lunedì, hanno combattuto gli incendi locali sull’isola greca di Rodi e nella città di Patrasso.

I dati dell’UE mostrano che la stagione degli incendi di quest’anno è stata significativamente più distruttiva della maggior parte, con esperti che affermano che il cambiamento climatico sta aumentando la frequenza e l’intensità di questi incendi.

Dan Mitchell, professore di scienze del clima presso l’Università di Bristol, ha dichiarato all’Associated Press che l’ondata di caldo nell’Europa sudorientale “non è del tutto inaspettata ed è molto probabile che sia migliorata a causa del cambiamento climatico causato dall’uomo”.

(Alcune delle informazioni contenute in questo rapporto provengono da Associated Press, Reuters e Agence France-Presse.)

READ  14 Percorso GP San Marino - Report percorso

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x