Lucky Net Cord decide la partita quando Holger Rohn perde contro Aubrey Rublev nel tiebreak del set finale

Due delle prime 10 teste di serie si sono affrontate in un’epica resa dei conti alla Rod Laver Arena, con un tie-break del set finale terminato in circostanze tragiche.

Un fortunato terzo match point di curling ha regalato ad Andrei Rublev una vittoria per secoli contro la star adolescente Holger Rohn in uno dei match più straordinari degli Australian Open.

Lo slancio è cambiato più volte nel pulsante quinto set prima che la testa di serie russa n. deficit di 5. Punti per rompere il pareggio.

Rublev si è rifiutato di morire nonostante il diciannovenne Ron abbia dominato il set finale mentre era in vantaggio per 5-2. Il danese ha poi servito per la partita sul 5-4 ma non è riuscito a convertirsi.

Poi, sul 5-6 nel suo stesso gioco di servizio, Rublev era di tutti i tipi dato che Ron aveva due match point, ma ha armeggiato e il giocatore russo più esperto ha scattato.

Tuttavia, il tie-break di 10 punti sembrava essere finito mentre il giovane correva per un vantaggio di 5-0. Era quindi a soli tre punti dalla vittoria per 7-2 prima che Rublev tornasse in campo.

Aveva sette punti consecutivi per portare i suoi match point a 9-7. Ma Ron ha parato il primo gol prima di realizzare uno dei tiri della scorsa settimana, un ridicolo doppio rovescio sulla linea per pareggiare il punteggio sul 9-9.

Rublev ha servito il suo servizio per impostare il terzo match point che ha trasformato in modo incontrastato, la palla che scivolava sul lato della rete di Ron.

Rublev ha detto dell’ultimo punto: “Quando l’ho colpito per la prima volta, la palla ha chiaramente colpito la rete dalla mia parte”. “Non so come sia andata a finire.

“Non ho parole, tremo, non sono mai riuscito a vincere partite così in vita mia, è la prima volta che vinco una cosa del genere.

“Essere nei quarti di finale ora è qualcosa che ricorderò per il resto della mia vita”.

Rublev, 25 anni, ha momentaneamente dimenticato che l’australiano Alex de Minaur avrebbe affrontato il nove volte campione Novak Djokovic dato che stava già considerando il serbo come il suo prossimo avversario.

READ  Romelu Lukaku: l'allenatore del Chelsea Thomas Tuchel: l'attaccante è molto vicino al ritorno dall'infortunio | notizie di calcio

“Nessuno vuole affrontare Novak, preferirei essere dall’altra parte del tabellone”, ha detto prima che gli venisse ricordato che Djokovic deve ancora superare il campione locale.

Sarà la settima apparizione di Rublev nei quarti di finale del Grande Slam e la seconda al Melbourne Park. Ha perso contro Daniil Medvedev nei quarti di finale nel 2021.

Se fosse stato un fantino, la scheda di forma di Rublev all’arrivo agli Australian Open avrebbe letto: Tipo capace, inadatto e probabilmente bisognoso di una corsa.

Ha perso entrambe le partite di apertura ad Adelaide, cadendo contro Roberto Bautista Agut nella sua prima partita in terra australiana, poi cadendo contro Tanasi Kokkinakis nella seconda settimana.

Ma ha superato una pericolosa partita di apertura contro Dominic Thiem, poi ha impiegato quattro set per superare Emil Rossofori prima di salire di livello in una prestazione dominante contro il britannico Daniel Evans che ha vinto comodamente 6-4 6-2 6-3.

Mentre molti in Australia potrebbero non sapere molto di Ron prima, ora lo sanno perché ha confermato di essere una star in divenire.

Stava giocando solo la seconda partita da cinque set della sua carriera contro Rublev e si è annunciato per la prima volta agli Open di Francia dello scorso anno dove ha raggiunto i quarti di finale, dove ha battuto Stefanos Tsitsipas al quarto turno.

Ron è stato uno dei giocatori più in voga del tour lo scorso anno, andando 19-2 che includeva la vittoria del titolo Paris 1000 a novembre e la sconfitta di Djokovic in finale.

GREEK WREAK PRONTO A OTTENERE IL SUPPORTO “KIRGIOS-LIKE”.

Nick Kyrios ei suoi sostenitori più fanatici hanno tenuto duro e l’amore reciproco tra Stefanos Tsitsipas e la comunità greco-australiana continua a prosperare.

Se Tsitsipas avesse qualche preoccupazione, la sua sfrenata popolarità in Australia potrebbe subire un colpo successivo La sua brutta faida con Kyrgios a Wimbledon l’anno scorsoQueste paure si sono placate questa settimana.

READ  In Argentina, le giocatrici di polo partecipano alla prima Coppa del Mondo femminile in assoluto

Avanzando in sicurezza al suo quarto quarto di finale dell’Australian Open negli ultimi cinque anni, Adonis sembra essere più simpatico che mai. La devozione è reciproca in quanto anche il tremolante 24enne è innamorato dell’Australia.

“Ovunque guardo vedo facce greche, vedo persone greche che parlano greco. Certo, è molto importante avere quel tipo di sensazione quando sei lontano da casa”.

Perché Melbourne è la seconda città più grande dopo Atene e ha la più grande popolazione greca. Lo considererò il mio colpo di casa.

I francesi hanno il Roland Garros, gli inglesi hanno Wimbledon e gli americani hanno gli US Open. Per me sono gli Australian Open”.

Gli appassionati di tennis australiani e greci sono sempre tra i più fedeli e dediti a questo sport, quindi affrettati a sostenere tutti i loro tennisti preferiti.

Kyrgios e Thanasi Kokkinakis, entrambi di origini greche, hanno sentito l’amore l’anno scorso quando si sono uniti per vincere il titolo di doppio dell’Australian Open.

E nonostante Tsitsipas abbia litigato con Kyrgios a Wimbledon, sta ancora ricevendo il trattamento da rock star a Melbourne mentre si prepara per lo scontro dei quarti di finale di martedì con Jiri Lechka.

Tsitsipas è il favorito per la vittoria, ma il ceco senza testa di serie potrebbe metterlo a dura prova visto che quest’anno è già il maggior giocatore a sorpresa nel tabellone maschile.

A soli 21 anni, Lehecka non aveva mai vinto una partita del Grande Slam prima della scorsa settimana – ha perso al primo turno in tutti e quattro i tornei del Grande Slam nel 2022 – ma ha mostrato cosa può fare collezionando vittorie consecutive contro l’11° testa di serie Cameron Norrie e 7° seme Felix Auger. -Il nome.

“È fantastico. Essendo nel quartiere, non ci crederei se qualcuno me lo dicesse mentre stavo venendo qui”, ha detto.

“Quando eravamo in viaggio per l’Australia, io e il mio allenatore sentivamo che il mio livello di tennis era in aumento e che il mio gioco aveva il potenziale per avere successo qui.

“Ovviamente non me lo aspettavo, ma in fondo, io e la mia squadra crediamo di avere la partita e di poter produrre un ottimo tennis che può portarmi a posizioni più alte”.

READ  La squadra sammarinese Under 21 chiude la serie di sette sconfitte consecutive nelle qualificazioni ai Campionati Europei

Tsitsipas, tre anni più vecchio di Lehecka e frequentatore abituale di grandi eventi, sembra avere tutto a suo favore, e non solo il pubblico.

Secondo al Roland Garros nel 2021, la pressione e le aspettative stanno crescendo su di lui per sfondare e vincere il suo primo titolo del Grande Slam, ma è stato in ottima forma, sia fisicamente che mentalmente, da quando è tornato in Australia.

Ancora più importante, non vede l’ora di riscoprire come mantenere la calma dopo essersi innamorato dell’esca e aver lasciato che Kyrgios gli entrasse sotto la pelle l’anno scorso.

Ha anche dimostrato di avere il potere di lottare a lungo termine dopo essere sopravvissuto a uno scontro in cinque set con l’ottimo italiano Jannik Sinner.

“I titoli arrivano se giochi bene. Questo si risolve da solo”, ha detto.

“Se sei in grado di fare il meglio che puoi sul campo, sento che il resto segue naturalmente. È un flusso naturale di cose.

“Abbiamo tutti a che fare con la pressione quando giochiamo… Devi rimanere presente, altrimenti se la tua mente vaga e crea una sorta di scenari e situazioni, non è così che puoi giocare e raggiungere le tue massime prestazioni”.

Lehecka spera di poter entrare nella testa di Tsitsipas e manipolare la sua mente.

Si sono affrontati solo una volta prima – in Olanda l’anno scorso – e Tsitsipas ha vinto la partita, ma non prima che Lehecka lo spaventasse vincendo il primo set.

Se ne ricorderà», disse Lehika. “E lui saprà quali sono i miei punti di forza. Si sentirà come se potessi metterlo sotto pressione.”

“Ma allo stesso tempo so che è un grande giocatore. È il numero 4 al mondo. Se sei tra i primi 10, devi mostrare un tennis eccezionale… ma so come giocare contro di lui”.

Originariamente pubblicato come Australian Open 2023: Holger Rohn ha perso contro Aubrey Rublev nel tie-break del set finale

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x