L’Ucraina sollecita il divieto globale al canale RT russo per l’invito dell’emittente ad affogare i bambini

L’Ucraina sollecita il divieto globale al canale RT russo per l’invito dell’emittente ad affogare i bambini

23 ottobre (Reuters) – L’Ucraina ha definito l’emittente statale russa RT un istigatore del genocidio dopo che un’emittente televisiva ha affermato che i bambini ucraini che hanno visto i russi occupati sotto l’Unione Sovietica sarebbero dovuti annegare.

In poche ore, Margarita Simonyan, caporedattore del canale, ha dichiarato di aver sospeso l’annunciatore, Anton Krasovsky, per i suoi commenti “disgustosi”, aggiungendo che nessuno su RT ha condiviso le sue opinioni.

Nel suo programma, andato in onda la scorsa settimana, Krasovsky ha affermato che i bambini critici nei confronti della Russia avrebbero dovuto essere “gettati direttamente in un fiume con una forte corrente”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Krasovsky, un commentatore pro-guerra della televisione russa, è stato sanzionato dall’Unione Europea.

Stava rispondendo a un romanzo dell’autore di fantascienza russo Sergei Lukyanenko su come, quando visitò per la prima volta l’Ucraina negli anni ’80, i bambini gli dissero che avrebbero vissuto una vita migliore se non fosse stato per l’occupazione del loro paese da parte di Mosca.

“Avrebbero dovuto annegare nel fiume Tsina”, ha detto Krasovsky in risposta. “Affoga quei ragazzini, affogali.” Invece, ha detto, potrebbero essere portati in capanne e bruciati.

In una breve clip dell’intervista sui social media, Krasovsky ha anche ridicolizzato le notizie secondo cui soldati russi avevano violentato anziane donne ucraine durante l’invasione.

“I governi che non hanno ancora vietato RT dovrebbero vedere questo estratto”, ha detto su Twitter il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, collegandosi a una clip dell’intervista.

“Incitamento aggressivo al genocidio (perseguiremo questa persona per quello), che non ha nulla a che fare con la libertà di parola. Divieto di RT in tutto il mondo”, ha aggiunto Kuleba.

READ  Pelosi dice a Taiwan che il mondo si trova di fronte a una scelta tra democrazia e autoritarismo

La televisione di stato russa, strettamente controllata dal Cremlino, era una fan accanita dell’invasione russa dell’Ucraina.

I presentatori hanno regolarmente respinto i rapporti sui crimini di guerra russi e molti hanno usato il tempo di trasmissione per chiedere al presidente Vladimir Putin di adottare un approccio più aggressivo all’invasione.

Il Cremlino nega che le sue forze abbiano commesso crimini di guerra in Ucraina.

Simonyan ha aggiunto in una dichiarazione sul sito web del canale: “Per i bambini dell’Ucraina, così come i bambini del Donbass e tutti gli altri bambini, spero che tutto questo finisca il prima possibile, che vivano e studino in pace. Ancora una volta – nella lingua che considerano originale”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Segnalazione di Reuters. Montaggio di Clarence Fernandez

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x