L'unico shock per l'Irlanda contro l'Italia sarà l'incapacità di ottenere un grande risultato

L'unico shock per l'Irlanda contro l'Italia sarà l'incapacità di ottenere un grande risultato

Gonzalo Quesada sa qualcosa della sorpresa irlandese: era nella squadra argentina che ha effettuato il famoso attacco del Lens ai Mondiali del 1999.

Ma sarà diverso per Quesada nella sua seconda partita da Ct dell'Italia, quando domenica a Dublino realizzerà un'impresa simile.

Sono passati quasi nove anni da quando gli Azzurri hanno inferto il colpo fatale all'era Declan Kenny con una vittoria per 22-15 a Roma.

Per saperne di più: Il documentario Full Contact vede il rugby irlandese andare alle stelle

Da allora, l'Italia più vicina alla sconfitta è stata una sconfitta di sette punti quando le due squadre si sono incontrate allo Stadio Olimpico di Londra – nella fase a gironi della Coppa del Mondo 2015.

La distanza tra le due squadre è aumentata notevolmente negli ultimi anni e nelle ultime due partite del Sei Nazioni all'Aviva Stadium l'Irlanda ha raggiunto la soglia del mezzo secolo di punti.

Gli italiani hanno raggiunto il punto più basso durante la Coppa del Mondo dopo aver minacciato di vincere il Sei Nazioni nel 2023 dopo la vittoria sul Galles dell’anno precedente.

Con Kieran Crawley in trasferta e Quesada al posto del neozelandese, gli Azzurri hanno segnato tre mete scintillanti nella gara di apertura del torneo allo Stadio Olimpico domenica scorsa.

READ  Perugia, prima partita: l'Ancona vince 2-1
READ  Debutto dei sogni con Ole Watkins quando ha segnato nella vittoria dell'Inghilterra per 5-0 su San Marino

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x