Mancini elogia la compostezza e il controllo dell’Italia “in circostanze negative”

Il Ct dell’Italia Roberto Mancini ha elogiato la reazione della sua giovane squadra nella vittoria per 3-2 contro la Turchia.

Gli Azzurri tornano sulla strada della vittoria cinque giorni dopo che le speranze di qualificazione ai Mondiali sono state deluse dalla sconfitta clamorosa contro la Macedonia del Nord a Palermo.

Mancini ha apportato 10 modifiche all’amichevole contro i compagni di semifinale che sono stati battuti, Gianluigi Donnarumma è stato l’unico sopravvissuto tra i bastoni.

Anche se i campioni d’Europa sono rimasti in svantaggio sotto la rete di Cengiz, hanno cambiato le cose quando Giacomo Raspadori ha segnato solo due gol al suo terzo inizio in nazionale, mentre Brian Cristante ha segnato anche per gli ospiti.

Occasioni concesse fin dall’inizio anche ai suoi giovani compagni di squadra Sandro Tonali, Nicolò Zaniolo e Gianluca Scamacca e Mancini è stato felice di come ha rivendicato la sua squadra tanto cambiata.

“Era inutile dal punto di vista agonistico. Ma se devi fare le cose, devi farle bene, anche in condizioni negative”, ha detto l’allenatore a RAI Sport.

“I ragazzi più giovani hanno fatto un buon lavoro ed è divertente. È stato bello vedere la reazione anche quando vogliamo andare sotto 1-0, dato che qui era infuocato.

“I tifosi hanno reso l’atmosfera fantastica, quindi abbiamo fatto un buon lavoro nel mantenere la calma e il controllo a 15 minuti dall’inizio.

“Era la prima volta che giocavano così tanti insieme, quindi non è stato facile. Questi sono giovani giocatori, abbiamo bisogno di tempo e non è stato facile. Sono contento che abbiano fatto bene”.

READ  Il ministero degli Esteri italiano esorta gli italiani a lasciare l'Ucraina

“Anche se purtroppo non siamo dove vorremmo essere, la reazione della squadra è stata forte. Ci dispiacerà fino a dicembre”.

Nonostante la loro delusione per i playoff, Crisenti ha insistito sul fatto che era imperativo che lui e i suoi compagni di squadra mostrassero forza di fronte alle avversità.

“Era importante mostrare una forte reazione dopo quella brutta partenza”, ha aggiunto.

“Dovevamo fare una buona prestazione e voltare pagina subito.

Siamo delusi, ma sappiamo nel calcio che non c’è tempo per dispiacersi per se stessi.

“Dobbiamo ripartire e sappiamo di essere una squadra forte”.

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x