Mancini ringrazia Chiellini prima che l’Italia dica addio all’Argentina


Roma (AFP) – Il Ct dell’Italia Roberto Mancini ha dichiarato venerdì che l’ultima partita di Giorgio Chiellini con l’Argentina la prossima settimana è un’opportunità per ringraziarlo per i suoi 18 anni di servizio.

Chiellini ha annunciato la sua partenza dalla Juventus e il suo ritiro dal calcio internazionale al termine della stagione in corso, ma il 37enne potrebbe continuare a giocare in Nord America, secondo diversi media.

La Finalissima di Wembley sarà la 117esima presenza in nazionale di Chiellini per i campioni d’Europa.

Ha preso una decisione e le sue scelte vanno rispettate. “Gli parlerò per ringraziarlo, è normale che prenda un’altra strada”, ha detto Mancini in conferenza stampa al via del ritiro italiano.

Il difensore ha vinto una medaglia di bronzo alle Olimpiadi estive del 2004 con l’Italia prima di essere convocato in prima squadra da Marcello Lippi nel novembre dello stesso anno contro la Finlandia.

Diciotto anni dopo, fa parte di un gruppo di 45 giocatori convocati da Mancini a giugno. L’Italia affronterà l’Argentina, campionessa della Copa America, a Londra, mercoledì, in un rinnovato incontro tra i campioni d’Europa e quelli sudamericani.

Poi l’Italia giocherà due volte la Germania, l’Ungheria e l’Inghilterra nella Nations League.

Mancini ha insistito sul fatto che Chiellini sarebbe stato l’unico a ritirarsi dagli Azzurri, nonostante l’Italia abbia perso il Mondiale per la seconda volta consecutiva.

“Qualcuno potrebbe giocare l’ultima partita della stagione (contro l’Argentina) e tornare a casa perché dobbiamo fare delle scelte, ma nessuno ha l’età di Giorgio”, ha detto Mancini.

“Dobbiamo ricominciare da capo, i tifosi sono ancora dietro di noi nonostante quello che è successo”.

READ  Habakkuk Baldonado combatte la nostalgia per l'Italia abbracciando la sua famiglia a casa

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x