― Advertisement ―

spot_img
HomescienceManitoba sta assistendo ad un aumento della malattia meningococcica invasiva

Manitoba sta assistendo ad un aumento della malattia meningococcica invasiva

Un aumento delle rare infezioni batteriche in Manitoba ha spinto i funzionari sanitari a emettere un avvertimento.

La malattia meningococcica invasiva (IMD) è un'infezione batterica che può causare meningite (grave infiammazione del cervello e del midollo spinale) ed è potenzialmente fatale.

Lo ha confermato un portavoce dell'Agenzia per la sanità pubblica canadese (PHAC). Ontario e Manitoba hanno visto attività quest'anno, Con la Toronto Public Health che registra il maggior numero di infezioni registrate in città dal 2002.

La dottoressa Carol Corbis, ufficiale medico sanitario di Manitoba, afferma che la provincia registra in genere circa sei casi all'anno di tutti i tipi di malattie meningococciche.

Da circa metà dicembre Manitoba ha registrato 19 casi. Diciotto di loro sono ceppi W.

Corbis dice che altre giurisdizioni hanno visto un aumento simile, ma non sono sicuri del perché.

“A volte vediamo un aumento di questi tipi di infezioni dopo una pandemia o in prossimità di stagioni di virus respiratori che sono elevate”, ha detto lunedì in un'intervista su CTV Morning Live Winnipeg.

I sintomi dell’IMD possono variare, ma compaiono rapidamente.

Alcune persone sviluppano i segni distintivi della meningite, come torcicollo, eruzione cutanea viola e nausea o vomito.

Altri sviluppano sintomi di tipo sepsi, con un’infezione nel flusso sanguigno.

“Le persone si ammalano gravemente. Febbre alta, battito cardiaco accelerato, difficoltà respiratorie e si sviluppano molto rapidamente durante il giorno”, ha detto Corbis.

“Non è un sintomo moderato.”

Corbis afferma che una persona su 10 è portatrice di batteri meningococcici nella parte posteriore della gola e la maggior parte non si ammala a causa di ciò.

READ  Sierra Space svela una nuova astronave in stile Star Wars

“Ma di tanto in tanto qualcuno sviluppa una malattia più grave con manifestazioni come questa che possono essere molto gravi.”

Esistono due tipi di vaccini contro il meningococco. Uno prende di mira il ceppo B, mentre il vaccino quadrivalente prende di mira A, C, Y e W.

Viene somministrata di routine all'età di 12 mesi e 10 anni come parte del programma di immunizzazione scolastica della provincia.

“Stiamo seguendo le raccomandazioni nazionali e fino ad ora abbiamo vaccinato solo i bambini più piccoli con il ceppo C, ma una volta che abbiamo visto che il ceppo W stava aumentando qui nella provincia, abbiamo cambiato la vaccinazione all'inizio di quest'anno per assicurarci di coprire tutti i ceppi anche i bambini quadrivalenti.”

Corbis sottolinea inoltre che la contea ha un programma di recupero dei vaccini. I dettagli possono essere trovati Sul sito del governatorato.


– Con file di Rachel Lagasse e Alex Arsenich di CTV