vicino

La sonda persistente della NASA è dotata di due microfoni, 23 telecamere e sette strumenti scientifici, oltre a un elicottero senza pilota.

USA Today

Il Grand Canyon dell’Arizona può essere sbalorditivo, ma è solo un “graffio” rispetto al massiccio Vallis Mariners Canyon su Marte.

Tagliando la valle lungo l’equatore marziano per circa 2.500 miglia, raggiungerebbe da New York City a San Francisco se fosse collocata negli Stati Uniti, secondo NASA. Il fondovalle sprofonda per 7 miglia nelle pianure circostanti. Questo è profondo quanto alcune delle parti più profonde dell’oceano terrestre.

È il canyon più grande del sistema solare e le nuove immagini del Mars Reconnaissance Orbiter rivelano dettagli sulle sue dimensioni colossali.

Le immagini sono state acquisite con HiRISE (High Resolution Imaging Science Experiment), la fotocamera più potente mai inviata su un altro pianeta. È uno dei sei strumenti a bordo del Mars Reconnaissance Orbiter Università dell’Arizona Egli ha detto.

Nonostante alcune foto davvero sbalorditive di Valles Marineris, gli scienziati non sono ancora sicuri di come si sia formato l’enorme complesso del canyon, secondo LiveScience.

“A differenza del Grand Canyon sul Pianeta Terra, Vallis Marineris potrebbe non essere stata scavata da miliardi di anni di acqua impetuosa; il Pianeta Rosso è così caldo e secco che non ha assorbito un fiume abbastanza grande da rompere la crosta in questo modo.” Scienza dal vivo Egli ha detto.

READ  I servizi di Botox all'interno di Walmart si stanno espandendo in tutto il Canada

Forse una gran parte della valle era aperta miliardi di anni fa, e lo era Agenzia spaziale europea Ha detto, quando un gruppo di vulcani vicini noti come la zona di Tharsis stavano emergendo per la prima volta dal suolo marziano.

“Quando l’onda di Tharsis è stata gonfiata dal magma durante i primi miliardi di vita del pianeta, la crosta circostante si è espansa, lacerandosi e alla fine collassando nei bacini giganti della Vallis Marineris”, ha detto l’agenzia spaziale.

Il rigonfiamento di Tharsis ospita l’Olympus Mons, il più grande vulcano del sistema solare. Science Times menzionato.

Secondo LiveScience, un’ulteriore analisi di immagini ad alta risoluzione come questa aiuterà a risolvere la sconcertante storia dell’origine della più grande valle del sistema solare.

avvio automatico

Mostra le miniature

Mostra spiegazioni

Leggi o condividi questa storia: https://www.usatoday.com/story/news/nation/2021/01/05/mars-canyon-larger-than-grand-canyon-biggest-solar-system-nasa/4141377001/