“Megalopolis” di Francis Ford Coppola è stato distribuito in Germania, Italia, Regno Unito e Spagna — World of Reel

“Megalopolis” di Francis Ford Coppola è stato distribuito in Germania, Italia, Regno Unito e Spagna — World of Reel

Ecco altre buone notizie sulla Megalopoli di Francis Ford Coppola. L’epopea autofinanziata da 120 milioni di dollari è già stata distribuita in Francia, tramite Le Pacte, e il presidente della società, Jean Labadie, afferma Le Point Il film ha trovato acquirenti anche in Italia, Germania, Regno Unito e Spagna.

Labadie dice che il film è stato ispirato dalla congiura di Catilina, raccontata dallo storico Sallustio. Alcuni dialoghi in “Megalopolis” sono in inglese e altri in latino. Per quanto riguarda il film in sé, Labadie lo descrive come un film “straordinario” con un “mondo visivo unico”.

È un film che ti sorprende costantemente, sia in termini di storia che di forma. Coppola osa essere audace e sfido gli spettatori a prevedere cosa accadrà di scena in scena, non è possibile. È un approccio impensabile nel cinema di oggi. Ti sentirai emotivo ed eccezionalmente stimolato intellettualmente, poiché il film parla alla nostra società di oggi e di domani. Megalopolis parla delle nostre vite, della politica, della scienza, del tempo, della famiglia, della creatività, dell’impatto che lasciamo… Sono molti i temi con cui il cinema di Coppola ha familiarità.

Il film sarà presentato in anteprima al Festival di Cannes tra meno di cinque giorni. Non ha ancora un distributore negli Stati Uniti, ma voci recenti suggeriscono che alcuni studi siano in lizza per averlo, tra cui Amazon e Apple. Megalopolis vede protagonisti Adam Driver, Forest Whitaker, Jon Voight, Nathalie Emmanuel, Laurence Fishburne, Shia LaBeouf, Aubrey Plaza, Talia Shire e Dustin Hoffman.

READ  Riduzione dell'importo del contributo individuale in fase di designazione San Marino - Brand

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x