Meloni visita l’Iraq e cerca rapporti più profondi – DW – 23/12/2022

Il primo ministro iracheno Mohammed Shia Al-Sudani ha detto che Baghdad vuole sviluppare relazioni più strette con Roma durante la visita della sua controparte italiana, Giorgia Meloni.

La Meloni è al suo primo viaggio bilaterale fuori dall’Europa. Durante la visita ha anche incontrato le forze italiane di stanza in Iraq.

Cosa hanno detto i due leader?

Il primo ministro Mohamed Shia Al-Sudani ha dichiarato in una conferenza stampa congiunta con Meloni che i due leader “hanno espresso la nostra disponibilità a sviluppare la cooperazione economica in tutti i campi, in particolare agricoltura, acqua e salute”.

Ha invitato “aziende specializzate anche in infrastrutture e sfruttamento del gas” a venire in Iraq.

Il primo ministro iracheno ha detto che Baghdad “è pronta a fornire all’Italia il petrolio e il gas di cui ha bisogno”. La produzione dell’Iraq è di 3,3 milioni di barili al giorno, rendendolo il secondo più grande produttore dell’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC).

L’Iraq sta cercando di eliminare la pratica altamente inquinante del gas flaring, un precursore dell’estrazione di petrolio. Il gas bruciato e lavorato potrebbe aiutare a far fronte alla carenza di energia dell’Iraq.

Al-Sudani ha detto che anche l’Iraq conta di beneficiare “dell’esperienza italiana nel campo del turismo religioso e archeologico”.

Il quotidiano italiano ha citato la Meloni dicendo: “L’Iraq è un alleato che ha dimostrato ancora una volta di credere nella democrazia formando di recente il governo”. Giornale di Elle Secondo lui.

L’agenzia di stampa ufficiale irachena riferisce che la Meloni “ha rinnovato il sostegno dell’Italia alla stabilità e alla sicurezza dell’Iraq” e “ha espresso interesse per la presenza di aziende italiane” nel Paese.

“Un Iraq forte è una condizione per la prosperità e la stabilità in Medio Oriente”, ha detto la Meloni durante il suo incontro con Al-Sudani. Ha aggiunto che la sua visita “segna l’inizio degli illustri rapporti che uniscono due popoli alleati”.

Meloni visita le forze italiane in Iraq

L’Italia ha 1.000 soldati tra Erbil e Baghdad. È presente nella regione dal 2003 in seguito all’invasione guidata dagli Stati Uniti e al rovesciamento del governo del presidente Saddam Hussein.

Nell’ambito dell’Operazione Prima Parthica, le forze italiane assistono il personale di comando multinazionale e addestrano le forze armate e di polizia locali.

Meloni ha detto che la visita delle forze italiane a Erbil, la capitale della regione del Kurdistan nel nord dell’Iraq, è “un grande onore”.

sdi/jgc (AFP, EFE)

READ  Una decisione del governo per salvare l'Italia dalla sospensione olimpica

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x