― Advertisement ―

spot_img
HomeentertainmentMichael Bay nega di aver ucciso piccioni durante le riprese del film...

Michael Bay nega di aver ucciso piccioni durante le riprese del film in Italia

Michael Bay ha negato fermamente di aver ucciso un piccione durante le riprese di un film in Italia.

La settimana scorsa, i giornalisti di TheWrap hanno affermato che il regista era accusato di non aver supervisionato i membri dell'equipaggio responsabili della manipolazione degli animali in relazione alla presunta morte di un piccione durante le riprese del thriller d'azione del 2019 6 Underground.

Sebbene non sia ancora chiaro se il piccione sia stato ucciso, Bai rimane fermamente convinto di avere testimoni e prove video che confutano questa affermazione. Ha rifiutato l'opportunità di risolvere il caso.

In risposta al rapporto, l'avvocato di Bay Matthew Rosengart ha inviato una lettera legale agli editori di TheWrap insistendo sul fatto che il regista non è mai stato “accusato o accusato” di aver ucciso Dove.

“La tua storia è particolarmente dannosa e dannosa perché, contrariamente al suo contenuto, Michael Bay è un attivista per i diritti degli animali e ama appassionatamente gli animali, come dimostra il suo curriculum”, si legge nella lettera ottenuta da Variety; “Tuttavia, come risultato della tua storia, il suo nome è ora associato a 'uccidere' o 'uccidere' un animale, indicandone l'intento. Pertanto, viene insultato e attaccato ingiustamente.”

Rosengart ha anche chiesto che l'articolo di TheWrap fosse ritirato.

Bay, 57 anni, non ha commentato ulteriormente perché il caso è ancora in corso.

READ  Casey Sherman e Dave Wedge rilasciano il podcast di Saints, Sinners e Serial Killers - Scadenza