Michael Snow (1928-2023) – Artforum International

Si è spento all’età di novantaquattro anni l’artista canadese Michael Snow, figura di spicco nel mondo del cinema d’avanguardia. La sua morte è stata confermata dalla Jack Scheinman Gallery che rappresentava. È meglio conosciuto per il suo film del 1967 lunghezza d’onda, un capolavoro strutturale spesso definito il più importante film d’avanguardia mai realizzato, Snow è rimasto inclassificabile come artista durante una carriera che dura da più di otto decenni. La pittura, la stampa, la scultura, la fotografia, il video, il cinema, l’installazione e la musica rientrano tutti nella sua sfera di competenza e ha creato opere rivoluzionarie in molti di questi media. Ha detto alla National Gallery: “I miei dipinti sono di un regista, sculture di un musicista, film di un pittore, musica di un regista, dipinti di uno scultore, sculture di un regista, film di un musicista, musica di uno scultore”. Canada nel 1967. “A volte lavorano tutti insieme”.

Michael Snow è nato nel 1928 a Toronto. Studente prima all’Upper Canada College e poi al Toronto College of Art, ha trascorso i suoi vent’anni lavorando come musicista jazz di notte e dipingendo durante il giorno. Nel 1961 si trasferisce con la moglie, l’artista Joyce Weiland, a New York. Gli orizzonti creativi e gli ambienti professionali di Snow si espansero rapidamente in città, dove divenne amico del collega regista sperimentale Jonas Mekas e del compositore Steve Reich. Fa caldo lunghezza d’onda Nel corso di una settimana nel 1966 e curato l’anno successivo. Mostrando l’interno di una stanza in cui si svolgono alcune azioni e interazioni umane mentre una telecamera ingrandisce lentamente un dipinto appeso al muro mentre un suono inquietante crepita nello stadio, il film di quarantacinque minuti è stato immediatamente salutato come un punto di riferimento di cinema d’avanguardia e ha vinto il Grand Prix al Knokke Experimental Festival Film Festival in Belgio l’anno della sua uscita. Scrivere artforum nel 1969 ha annunciato Manny Farber Sono 45 minuti puri e difficili che possono ottenere La nascita di una nazione In Underground Movies”. Ha continuato a essere valutato lunghezza d’onda come un modo unico, senza complicazioni e micidiale di girare tre pareti, un soffitto e un pavimento, osservando: “È probabilmente il film più duro che esista”.

READ  Ogni film di Sergio Leone è stato valutato dal peggiore al migliore

Snow ha continuato a spingere i confini del cinema, quindi Avanti e indietro 1969, girato in un campus universitario nel New Jersey, e poi, dopo essersi trasferito nel 1970 con Weiland a Toronto, La Regione Centrale, 1971, un inno di tre ore alle maestose catene montuose canadesi. Entrambi i film hanno attirato l’attenzione sui meccanismi del cinema, una preoccupazione che ha anche informato il 1982 incentrato sulla lingua Così questo, che non contiene altro che una serie di intertitoli, ciascuno recante una sola parola. “Grafico… Ciclo della neve”, Scritto da Annette Michelson Nell’edizione del 1971 di artforum“produce una costellazione mutevole di forme epiche, le cui geometrie complesse ma statiche sono mantenute dall’ampiezza e dalla simmetria sondante dell’indagine sui modi di vedere, registrare, riflettere, comporre, ricordare e proiettare”.

In concomitanza con il suo cinema, Snow ha continuato a lavorare su vari media, come evidenziato dal Libro d’artista del 1974 Di pelle in pelleche può essere letto avanti o indietro, e il suo album del 1987 un altro LP, che pretendeva di contenere registrazioni sul campo di musica etnica sbiadita ma in realtà consisteva in segmenti multitraccia composti ed eseguiti da Snow. lui nel 1979 Fermata del volo, uno stormo di oche in vetroresina in volo realizzato da tante fotografie di una singola oca, ancora oggi in mostra all’Eaton Centre di Toronto, con cui è indissolubilmente identificata; Altri lavori pubblici includono Il pubblico, 1989, un gruppo di sculture di grandi dimensioni che celebrano persone dipinte in oro al Rogers Centre di Toronto; E il Pacchetto Windows2006, una serie di schermi al plasma in un hotel del centro di Toronto mostrano sequenze “impossibili”.

READ  Hallmark Channel fissa le date delle prime per i prossimi film della serie

Considerato da molti l’artista più importante del Canada, Snow è rappresentato alla Canadian National Gallery da settantacinque opere; È stato nominato Ufficiale dell’Ordine del Canada nel 1981 e promosso Companion nel 2007 per i suoi contributi al cinema. Ha goduto di retrospettive in varie sedi a Toronto e al British Film Institute; Il suo lavoro è stato incluso nelle mostre riaperte al Centre Pompidou, Parigi, nel 2000, e al Museum of Modern Art, New York nel 2005.

Nonostante il suo lavoro in una vasta gamma di media, lo stesso Snow non è stato ispirato esternamente ma internamente. “L’inseminazione tramite i media… non mi è mai venuto in mente”, ha detto Galleria Nazionale del Canada nel 2014. “Ho delle idee, e mi piacerebbe provare qualcosa; ci penso, a volte per molto tempo, e poi finalmente ‘provo’.”

tutte le immagini

Celestino Traglia

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x