― Advertisement ―

spot_img
HomeWorldMigliaia di persone fuggono dagli incendi mortali che circondano un villaggio del...

Migliaia di persone fuggono dagli incendi mortali che circondano un villaggio del New Mexico

Spiegazione video, Gli incendi del New Mexico riempiono di fumo un’area residenziale

Il governatore del New Mexico ha dichiarato lo stato di emergenza dopo che due incendi hanno devastato una catena montuosa, costringendo migliaia di persone a evacuare e uccidendo una persona.

Gli incendi si sono concentrati vicino al villaggio di Ruidoso all'interno di una riserva tribale, costringendo i suoi 7.800 residenti alla fuga.

L'incendio di South Fork, scoppiato lunedì sulle terre della tribù Mescalero Apache, è quasi triplicato in termini di dimensioni durante la notte.

Un altro incendio, il Salt Fire, bruciava a sud del villaggio di Ruidoso.

Insieme hanno bruciato quasi 20.000 acri e sono contenuti allo 0%.

“Gli orribili South Fork Fire e Salt Fire hanno devastato le nostre terre e proprietà, costringendo migliaia di persone ad abbandonare le proprie case”, ha dichiarato il governatore Michelle Lujan Grisham. “Stiamo impiegando tutte le risorse disponibili per controllare questi incendi”.

Il suo ufficio ha confermato che una persona è morta a causa degli incendi, senza fornire dettagli.

Lunedì sera, i funzionari di Ruidoso hanno invitato i residenti a evacuare immediatamente.

“Vai adesso”, hanno esortato sui social. “Non cercare di raccogliere le tue cose o di proteggere la tua casa.”

Christy Hood, un'agente immobiliare di Ruidoso, ha raccontato all'Associated Press di essere fuggita con il marito, i loro due figli e due cani senza portare con sé né vestiti né spazzolino da denti.

“Mentre stavamo andando via, c'erano fiamme davanti a me e accanto a me”, ha detto all'agenzia di stampa. “E tutti gli animali correvano, attaccavano e cercavano di uscire.”

George Docker, del Dipartimento forestale del New Mexico, ha detto alla BBC che circa 500 strutture sono state distrutte, la maggior parte delle quali si ritiene fossero case.

Docker ha affermato che i due incendi si sono diffusi a causa del clima secco e ventoso, ma le cause del loro scoppio sono ancora oggetto di indagine.

Gli incendi hanno portato alla chiusura parziale della US Highway 70 a sud del villaggio e a interruzioni del telefono, rappresentando una sfida per i soccorritori di Ruidoso.

Le comunità vicine hanno aperto rifugi per gli sfollati e la città di Roswell ha liberato spazio ospedaliero per i pazienti evacuati dal Ruidoso Hospital.

Duker ha affermato che gli incendi nel Nuovo Messico non sono insoliti e le previsioni sugli incendi di quest'anno prevedevano un'attività normale.

Ma alcune parti del New Mexico sudorientale stanno attraversando quella che viene classificata come una “siccità eccezionale”.

Ruidoso attira i turisti verso i suoi sentieri, parchi e natura selvaggia grazie alla sua vicinanza alla foresta nazionale di Lincoln.

In California, i vigili del fuoco stanno combattendo un altro incendio a nord di Los Angeles, dove sono bruciati più di 15.000 acri di terra e centinaia sono stati costretti a evacuare.

Secondo il sito web di Cal Fire, l'incendio post-incendio è stato contenuto al 31% martedì sera.

Gli incendi arrivano mentre alcune parti degli Stati Uniti affrontano la prima ondata di caldo della stagione.

Martedì più di 70 milioni di americani, ovvero circa una persona su cinque, sono in allerta caldo. Alcune città, tra cui Chicago, hanno superato le precedenti temperature elevate record per questo periodo dell’anno.

L’allarme è stato emesso anche in quattro province canadesi mentre un’ondata di caldo investe gran parte del continente.

Gli incendi boschivi si verificano naturalmente in molte parti del mondo e il loro numero complessivo è diminuito negli ultimi due decenni.

Gli scienziati affermano che gli eventi meteorologici estremi stanno diventando più frequenti e gravi a causa dei cambiamenti climatici causati dall’uomo, alimentati da attività come l’uso di combustibili fossili e il taglio delle foreste.

Secondo l’organismo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), l’organismo delle Nazioni Unite per il clima, le ondate di caldo sono diventate più frequenti e più intense a livello globale a partire dal 1950.

Il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici afferma che un clima così caldo potrebbe creare condizioni che rendono più probabile la diffusione degli incendi, contribuendo a periodi di siccità più lunghi.

READ  Ricercatore morto. “In mutande, è stato accoltellato ed è volato fuori dalla finestra.” - Libero Quotidiano