Miguel Oliveira vince il Gran Premio della Thailandia della MotoGP

Miguel Oliveira vince il Gran Premio della Thailandia della MotoGP

Miguel Oliveira ha perfezionato le condizioni miste al Chang International Circuit di Buriram, in Thailandia, vincendo il Gran Premio della Thailandia della MotoGP. Oliveira ha dimostrato la sua capacità di adattamento durante la guida di una gara iniziata in condizioni di bagnato e asciutto nel corso della gara. Oliveira ha vinto il Gran Premio d’Indonesia in circostanze simili.

“È stata una gara lunga, ma non posso lamentarmi”, ha detto Oliveira alla CNBC. “Ogni volta che guidiamo in acqua sono sempre super veloce. Quando ha iniziato a piovere avevo ricordi dall’Indonesia. Ho cercato di tenere i piedi per terra, partire bene e non sbagliare e portare la moto fino al traguardo .”

Ma tutti gli occhi erano puntati sul torneo. Francesco Bagnaia è partito alla grande finendo secondo alla prima curva.

Nel frattempo, Fabio Quartaro ha affrontato un primo giro disastroso. Ha perso cinque posizioni nelle prime due curve, poi ha scavalcato le rumble strip ed è sceso al 17. Alla fine del primo giro Bagnaia aveva due punti di vantaggio. Una vittoria avrebbe potuto aumentare i guadagni, e per un momento sembrava che Bagnaia potesse passare in vantaggio.

Il leader in anticipo Marco Besicci è stato penalizzato per aver superato i limiti della pista, ma prima che ciò accadesse, Jack Miller ha superato Bagnaya e lo ha spinto al terzo posto. Oliveira non era molto indietro.

Dopo aver perso il nono e sette punti nell’ultimo giro del Gran Premio del Giappone della scorsa settimana, Bagnaia non ha permesso alla concorrenza di costringerlo a commettere un errore. È scivolato di nuovo al quarto posto prima di recuperare l’ultimo posto sul podio.

READ  Novell vince il Rally d'Italia

“È come una vittoria per me, questo podio”, ha detto Bajnaya. “Il mio primo podio sul bagnato e poi c’era un misto di condizioni, quindi sono molto felice. Voglio ringraziare Jack Miller. Prima della gara, mi ha dato una conversazione motivazionale”.

Miller ha guidato la prima metà del Gran Premio della Thailandia prima di cedere la pole position a Oliveira e poi mantenere il secondo posto. Oltre a vincere il Gran Premio del Giappone, Miller è ora nell’intera battaglia del campionato MotoGP di 40 punti, ma avrà bisogno di una serie di risultati come quelli che Bagnaia ha raccolto nelle ultime settimane – e Bagnaia ha bisogno di perdere slancio.

Il Gran Premio a casa di Miller in Australia sarà in calendario tra due settimane.

Bagnaia è entrato in gara a 18 punti da Quartararo dopo non aver segnato nessuno in Giappone. Gli equilibri di potere sono cambiati rapidamente, con Quartararo che ora non riesce a guadagnare punti in due degli ultimi tre turni. Bagnaia ha vinto quattro gare di fila ed è arrivato secondo nelle cinque gare che hanno preceduto il Giappone. È arrivato terzo in Thailandia e ora è al suo sesto podio in MotoGP negli ultimi sette round.

Alex Espargaro è entrato in gara terzo in classifica, a 25 punti da Quartararo, ma è riuscito a colmare il divario con soli cinque punti dopo aver subito un lungo calcio di rigore per una corsa aggressiva quando ha spinto fuori rotta Darren Bender con un passaggio. per la posizione. Espargaro ha concluso undicesimo.

READ  L'Italia raggiunge Euro 2024 in circostanze controverse poiché all'Ucraina è stato negato un rigore nel finale... pochi giorni dopo che il presidente della UEFA aveva detto che sarebbe stato un "disastro" se i detentori non si qualificassero.

La pioggia si è mista anche all’ordine di marcia della Moto2 al Gran Premio della Thailandia della MotoGP. Uscendo da una pista bagnata, Somkiat Chantra ha guidato il round di apertura del Gran Premio di casa. Non è riuscito a trattenerlo ed è caduto un circuito dopo, ma ha comunque regalato ai suoi connazionali un momento di orgoglio per aver vinto la pole.

Metà dei punti sono stati assegnati perché la gara è durata solo otto giri prima che Tony Arbolino passasse sotto il primo estremo con Philippe Salak e Aaron Kanet sul podio.

L’americano Joe Roberts ha concluso tra i primi 10 all’ottavo posto, con Shawn Dylan Kelly fuori dai primi dieci all’undicesimo.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x