Missioni volta pagina creativa; Liberatore mescola reale e virtuale

Scritto da Colin Barry | Agenzia di stampa

MILANO – Cinque giorni di sfilate femminili si sono trasformati in più presentazioni online mentre domenica la Milano Fashion Week iniziava a concludersi e la folla della moda si preparava ad andare a Parigi.

L’eccitazione delle sfilate dal vivo, i ritorni delle celebrità e un’esplosione di feste alla moda hanno rivitalizzato la capitale della moda italiana per la prima volta in 19 mesi, mentre folle di giovani fashionisti si sono riunite fuori dai luoghi per respirare l’aspirazione.

Alcuni marchi di moda stanno facendo le pulizie di casa, spingendo collezioni più piccole, in questa stagione di speranza di rilancio. Ma è difficile vedere un cambiamento profondo nella velocità.

“Non vedo alcun tipo di cambiamento”, ha detto il nuovo direttore creativo di Missoni, Alberto Calleri. “È un po’ come se qualcuno dicesse di rinunciare al fritto, ma dopo una settimana torna a mangiarlo di nuovo. Si parla tanto ma si lavora poco”.

Forse parte di ciò è dovuto a un desiderio assoluto di tornare di nuovo nel mondo.

Il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, si è detto stanco delle persone che vedono la moda solo come vestiti, scarpe, calzature e abbigliamento con “dignità limitata”.

“La moda è opera dell’uomo. “Ha una grande capacità di raccontare storie”, ha detto Michel.

I momenti salienti della Milano Fashion Week, che comprende la maggior parte delle collezioni di abbigliamento femminile:

___

I riti e le leggende di Francesca Liberator

In questa piovosa domenica mattina, la folla della moda è entrata in un cinema riccamente arredato per una sfilata completamente immersiva di Francesca Liberatore, che combina espositori reali, ologrammi e un film sullo schermo principale.

READ  L'insediamento di Pompei: la tomba mostra come se ne andò un ex schiavo | Italia

I look trasparenti sono riccamente presi in prestito dal Rinascimento, da treni fluidi, maniche a sbuffo e rotoli. Organza, balze e balze creano un’atmosfera romantica, mentre gli accenti in lattice rendono il look semplice. Includevano un cappotto con spacco sul retro che si alzava a ogni passo e pantaloni aderenti.

L’organza, che rappresenta il romanticismo, è stata costantemente fondata su elementi più moderni. Un abito di organza bianco era avvolto su un mini abito nero. Il miniabito a balze diventa sensuale con una gonna svasata in organza rossa e un top incorporato blu melange. Un cappotto in organza trasparente con sottili volant è stato abbinato a pantaloni trasparenti abbinati che sono stati indossati sopra mutandine a vita alta, lasciando libero il petto. Un altro delicato abito di organza mostra uno strappo, un gesto violento che ha rivelato un abito nero sotto.

Liberatore ha voluto riprendere un’esperienza diretta di anteprima della sua collezione, abbracciando elementi del mondo digitale che sono diventati un importante collegamento con il mondo durante i periodi di blocco e isolamento.

“Tutto quello che abbiamo vissuto ci ha fatto capire che in realtà tutto poteva crollare sotto i nostri occhi”, ha detto Liberator. “Qui ho vissuto un mondo che è crollato. Dopo c’è un momento di paura durante il quale siamo a disagio. Non tocchiamo più terra”.

Tuttavia, il gruppo fornisce un messaggio di speranza. Mi sono ispirato ai pannelli figurativi raffiguranti i quattro evangelisti cristiani come leone, aquila, toro e angelo nell’abside della chiesa di San Michele a Ferrara. La chiesa sconsacrata, originariamente costruita nel Medioevo e ricostruita nel Rinascimento, è una dimora permanente di opere dello scultore Bruno Liberator, padre del progettista.

READ  Lou de Laâge, la collezione di Riccardo Scamarcio di Stephane Fries "Face à Toi"

“Sono stato il primo a sforzarmi di alzarmi, di cambiare completamente il ritmo”, ha detto il designer. “Quindi la cosa bella di questa nuova avventura è che io e la mia famiglia abbiamo acquistato la Chiesa di San Michele a Ferrara, per creare un centro culturale, che fondesse arte e moda”.

___

La nuova pagina moda di Missoni

Il marchio Missoni ha voltato pagina creativamente, contattando un membro del team di lunga data, Angela Missoni, per sostituirla come Direttore Creativo.

Il passaggio a un’atmosfera più moderna e giovanile è stato immediatamente evidente nella prima collezione di Alberto Gallery. C’era ancora un sacco di maglieria meravigliosamente colorata per i fan di lunga data del marchio, tra cui abiti lunghi fino al pavimento, camicie corte e abiti sexy. Ma la silhouette era più audace del solito, decisamente giovanile e facile da immaginare alle feste in spiaggia più chic.

i top dei reggiseni apparivano da abiti asimmetrici con ampi ritagli; Intricati abbellimenti di finti modelli di maglieria su top all’americana; Costumi da bagno argento con dettagli floreali sono stati indossati con pantaloni larghi. Il top del bikini aveva un lungo strascico, indossato con i jeans, per un look hippie totalmente aggiornato. Missoni ha anche scelto una tendenza di stagione: gonne dritte cropped con bodycon, queste gonne in pelle con una ripetizione del logo Missoni.

Calleri ha affermato di aver combinato lo sguardo sulla femminilità di Angela Missoni con l’audace senso del colore di sua madre Rosetta Missoni, tra cui papaya, corallo e giallo. La nuova Missoni è una persona sicura di sé che non ha bisogno di preoccuparsi di uscire la mattina.

READ  ecco come si presenta in studio – Libero Quotidiano

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x