Monkeypox: Africa CDC afferma che rinominare le varianti riduce lo stigma

Kampala, Uganda –

Il capo dell’agenzia per la salute pubblica dell’Africa si è detto “davvero contento” che l’Organizzazione mondiale della sanità abbia rinominato i ceppi di vaiolo delle scimmie per rimuovere i riferimenti alle regioni africane tra i timori dello stigma.

E l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite ha annunciato la scorsa settimana che il tipo di malattia precedentemente noto come bacino del Congo è ora chiamato Clade 1 e quello che prima era clade dell’Africa occidentale è ora chiamato Clade 2, dicendo che terrà un forum aperto per rinominare il vaiolo delle scimmie. interamente.

“Siamo molto lieti che ora possiamo chiamarli Clyde 1 e Clyde 2 invece di fare riferimento a queste varianti utilizzando le regioni africane”, ha detto Ahmed Oguil, direttore ad interim dei Centri africani per il controllo e la prevenzione delle malattie, in un briefing con i media. Giovedì. “Siamo davvero soddisfatti di questo cambio di denominazione, che rimuoverà lo stigma delle varianti che causano malattie”.

Quest’anno nel continente africano sono stati segnalati più decessi per vaiolo delle scimmie che in qualsiasi parte del mondo. In Africa sono stati segnalati in totale 3.232 casi, di cui 105 decessi, anche se solo una frazione è stata confermata perché il continente non dispone di adeguate risorse diagnostiche.

Almeno 285 nuovi casi sono stati segnalati dall’ultimo briefing dell’agenzia una settimana fa, ha affermato Ogwell, aggiungendo che i paesi dell’Africa occidentale del Ghana e della Nigeria hanno segnalato il 90% dei nuovi casi. Liberia, Repubblica del Congo e Sud Africa sono gli altri paesi che hanno segnalato nuovi casi.

Ogwell, che ha esortato la comunità internazionale ad aiutare 54 paesi africani a migliorare la loro capacità di testare il vaiolo delle scimmie e controllarne la diffusione, ha affermato di non avere approfondimenti epidemiologici da condividere sulla diffusione del vaiolo delle scimmie in Africa.

READ  Come guardare una navicella spaziale Soyuz con equipaggio lasciare la Stazione Spaziale Internazionale questa settimana

Ma ha osservato che mentre il 98% dei casi riguarda uomini che hanno rapporti sessuali con uomini al di fuori dell’Africa, ciò che sta accadendo nel continente di 1,3 miliardi di persone “non riflette ciò che vedono le altre parti del mondo”.

“Il nostro obiettivo è quello di creare capacità in modo che ogni Paese a rischio sia pronto per essere in grado di identificare rapidamente questi casi”, ha affermato.

La diffusione del vaiolo delle scimmie di solito richiede il contatto pelle a pelle o pelle a bocca con le lesioni del paziente infetto. Le persone possono anche essere infettate attraverso il contatto con i vestiti o le lenzuola di una persona con parassiti del vaiolo delle scimmie.

La maggior parte delle persone con vaiolo delle scimmie guarisce senza trattamento, ma può causare sintomi più gravi come encefalite e, in rari casi, morte.

La prevalenza del vaiolo delle scimmie in Europa e Nord America ha un tasso di mortalità inferiore a quello dell’Africa, dove le persone hanno per lo più contratto la malattia dopo il contatto con animali selvatici infetti come roditori e scoiattoli.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x