MyPillow e il CEO Mike Lindell hanno affrontato una causa da 1,3 miliardi di dollari

Dominion Voting Systems, la società di tecnologia elettorale che è stata al centro delle teorie cospirative esposte sulla frode elettorale, ha citato in giudizio MyPillow e il suo CEO, Mike Lindel.

La società sta chiedendo $ 1,3 miliardi di danni a causa delle numerose dichiarazioni infondate di Lendl da parte degli alleati dell’ex presidente Donald Trump secondo cui Dominion ha forgiato i suoi dispositivi a favore di Joe Biden nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2020.

La causa di 115 pagine intentata lunedì a Washington, DC, cita le apparizioni sui media di Lindel e i suoi post sui social media che promuovono quella che hanno descritto come la “grande bugia” sulle macchine del Dominio – incluso un film di due ore trasmesso su OAN che era pieno di bugie sul voto. Irregolarità.

Nella causa, Dominion ha scritto che Lyndel “vende la menzogna fino ad oggi perché la bugia vende cuscini”, citando codici di sconto promozionali su MyPillow, tra cui “FightforTrump”, “Proof” e “QAnon”.

L’archiviazione della causa arriva poche settimane dopo che il portavoce del Dominion Michael Steele ha detto alla CNN che Lindel stava “chiedendo un’accusa”. MyPillow non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento della CNN.

“Nonostante i ripetuti avvertimenti e gli sforzi per condividere i fatti con lui, il signor Lindell ha continuato a pubblicare maliziosamente affermazioni false su Dominion”, ha dichiarato lunedì il CEO di Dominion John Poulos, fornendo ogni volta vuote assicurazioni che avrebbe fornito prove conclusive. . .

Paulus ha aggiunto che i commenti di Lindel “hanno causato danni irreparabili alla buona reputazione di Dominion e hanno minacciato la sicurezza dei nostri dipendenti e clienti”.

READ  Gli Stati Uniti e l'Unione Europea annunciano sanzioni contro i funzionari russi per avvelenamento e incarcerazione di Alexei Navalny

Lyndell ha promesso una prova ai suoi seguaci, ma invece “ha fornito assurdità assolute e documenti falsi provenienti dagli angoli bui di Internet”, ha detto in una dichiarazione il consulente legale di Dominion Megan Meyer, partner di Clare Locke LLP, aggiungendo che Lindel “dovrebbe essere ritenuto responsabile per diffamare il Dominion. Minare l’integrità del nostro sistema elettorale traendone vantaggio “.

La causa garantisce che, “Scoprendo, Dominion dimostrerà che non ci sono prove reali a sostegno della Grande Menzogna. Dominion offre questa azione per stabilire i diritti della società, recuperare i danni e perseguire una stretta ingiunzione, per difendersi e i dipendenti e per impedire a Lindell e MyPillow di ulteriori indagini Guadagni sul conto di Dominion.

Dominion ha recentemente citato in giudizio l’avvocato di Trump Rudy Giuliani e l’avvocato Sydney Powell per circa lo stesso importo dopo aver diffuso bugie simili sulle elezioni statunitensi e su Dominion.

Giuliani ha descritto la causa di Dominion contro di lui come un “atto di intimidazione” per “censurare l’esercizio della libertà di espressione” e Powell ha descritto l’azione di Dominion contro di essa come “infondata”.

Lindell è stato recentemente bandito in modo permanente da Twitter per aver pubblicato frequentemente informazioni errate sulle elezioni.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x