Necrologio – Berkeley Willis Johnston – San Marino Tribune

Berkeley Willis Johnston

Berkeley Willis Johnston è morto il 9 gennaio 2021 con la sua amata moglie, Mariah, di 59 anni. Il suo viaggio pluriennale attraverso la malattia di Alzheimer non ha preso il suo sorriso, il suo senso dell’umorismo o l’amore sfrenato per le persone che lo circondano. Durante i suoi 84 anni, Burke ha influenzato molte persone con il suo entusiasmo e la sua passione per la vita. Amava stare con i suoi amici e la sua famiglia ed era pronto a invitare gli altri a unirsi alle sue molte passioni, che si trattasse di sci, zaino in spalla, equitazione, escursioni nelle montagne della Sierra o il Teton che ama così tanto.
Berkeley si è laureata alla Menlo Atherton High School e alla Stanford University (classe 59). Ha incontrato Maria mentre studiavano entrambi all’università. Si sono sposati nel 1961 e si sono trasferiti a San Marino dove hanno cresciuto i loro tre figli, Berkeley, Christine ed Eric.

Un caloroso e generoso ospite che non si stancava mai di restituire alla sua comunità, Berkeley trovò una così grande soddisfazione nel volontariato che entrò volentieri in azione sia che fosse a una festa di lavoro, una colazione a base di torta o una posizione di leadership. Burke ha gestito entrambe le squadre della lega minore dei suoi figli ed è stato presidente del San Marino junior. È stato anche Presidente del San Marino City Club, Presidente di Oneonta e Membro del Valley Club. Insieme, lui e Maria erano a capo del comitato dei diplomi serali al San Marino High School quando il loro figlio Eric si è laureato. Inoltre, ha ricoperto la posizione di capo della progressione del Boy Scout Troop 358, incoraggiando gli scout mentre avanzavano tra i ranghi. Era così orgoglioso di vedere i suoi figli e nipoti raggiungere il grado di Eagle Scout. Era un fedele sostenitore del Rotary Club; La sua appartenenza è durata 50 anni tra San Marino e Jackson Hole, ed è stata riconosciuta come un collega Paul Harris.
Burke era ugualmente a suo agio in un completo smussato a tre bottoni completo di una forte cravatta e fazzoletto da taschino mentre indossava pantaloncini corti da corsa, stivali da trekking o jeans, stivali e un cappello da cowboy. Ha goduto di grandi amicizie e cameratismo con altri appassionati di cavalli grazie alla collaborazione con Saddle Club, Sirloin Equestrian Club e Los Vaqueros del Desierto.
Burke ha dato la priorità alla celebrazione. Spesso era il primo ad arrivare e l’ultimo a lasciare la festa. Burke si è divertito a ospitare una fantastica serata fuori e se hai il privilegio di invitare, la tua mano non rimarrà mai vuota. Il suo intenso amore per la vita all’aria aperta lo ha portato a sciare fino alla fine degli anni settanta e non si è mai stancato di lunghe passeggiate nell’entroterra.
Berkeley ha iniziato la sua carriera finanziaria con una società regionale a Los Angeles prima di diventare proprietario e fondatore della sua società di intermediazione. Persona, cliente e amico sono sempre stati sinonimo di Berkeley. Ha vissuto la sua fede cristiana nella sua vita personale e professionale, sempre impegnato in un alto livello di morale. Era un partecipante attivo negli alunni delle classi della Lake Avenue Church, Pasadena e della First Baptist Church, Jackson Hole.
Dopo 25 anni di vacanza a Jackson Hole, Berkeley ha realizzato il suo sogno di vivere in questa splendida valle quando lui e Maria si sono trasferiti lì nel 1999 dopo il loro pensionamento. I discendenti di Berkeley conservano i loro ricordi di aver visitato “Noni e Bobby” nel Wyoming per trascorrere l’estate vagando per il torrente e passeggiando sul Lago String, così come il Natale bianco che hanno trascorso imparando a sciare e tagliare l’albero di Natale perfetto nei boschi.
Berkeley è sopravvissuto a sua moglie, Maria. La figlia Kristin Wendorff, suo marito David ei loro figli Nathan, Louisa, Emma e Greta Windorf; Suo figlio Eric Johnston; Nuora, Jackie Johnston e i suoi figli e coniugi, Emily e Ben Parker, Berkeley e Grace Johnston e Julia Johnston; E i suoi tre nipoti, Kensington, Lynley Parker e Robin Johnston. Berkeley è morto da suo figlio, Berkeley Johnston.

READ  La canzone 2021 di Eurovision è rimandata per San Marino fino all'8 marzo

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x