New York registra il primo caso di poliomielite negli Stati Uniti in quasi un decennio

I funzionari sanitari di New York giovedì hanno segnalato un caso di poliomielite, il primo negli Stati Uniti in quasi un decennio.

I funzionari hanno affermato che il residente della contea di Rockland è un adulto non vaccinato, ma non hanno chiarito lo stato della persona.

I funzionari hanno affermato che la persona sembrava essere stata infettata da un ceppo del virus derivato dal vaccino, forse da qualcuno che ha ottenuto un vaccino vivo – disponibile in altri paesi, ma non negli Stati Uniti – e lo ha diffuso.

Un tempo una delle malattie più terrificanti del paese, la poliomielite ha causato un focolaio annuale della malattia causando migliaia di casi di paralisi, molti dei quali nei bambini.

I vaccini sono diventati disponibili a partire dal 1955 e una campagna nazionale di vaccinazione ha ridotto il numero annuale di casi negli Stati Uniti a meno di 100 negli anni ’60 ea meno di 10 negli anni ’70, secondo i Centers for Disease Control and Prevention.

Nel 1979, la poliomielite è stata dichiarata eradicata negli Stati Uniti, il che significa che non c’è più una diffusione di routine. I viaggiatori con la poliomielite raramente portano l’infezione negli Stati Uniti e l’ultimo caso del genere è stato nel 2013.

Guarda | Uno sguardo alla storia della poliomielite in Canada:

Storia della poliomielite in Canada

Uno sguardo al 1953, quando la poliomielite ha colpito l’ultima volta il Canada.

I bambini statunitensi sono ancora regolarmente vaccinati contro la poliomielite. I funzionari federali raccomandano quattro dosi: somministrate a due mesi di età; quattro mesi; all’età di sei a 18 mesi; All’età di quattro o sei anni. Alcuni stati richiedono solo tre dosi.

READ  La NASA afferma che le nuove immagini rivelano un'enorme valle su Marte, la più grande del sistema solare

Secondo i dati più recenti sulle vaccinazioni infantili dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), circa il 93% dei bambini di due anni ha ricevuto almeno tre dosi del vaccino contro la poliomielite.

La poliomielite si trasmette principalmente da persona a persona o attraverso l’acqua contaminata. Può infettare il midollo spinale di una persona, causando paralisi e possibilmente invalidità permanente e morte. La malattia colpisce principalmente i bambini.

La poliomielite è endemica in Afghanistan e Pakistan, sebbene negli ultimi anni anche diversi paesi in Africa, Medio Oriente e Asia abbiano segnalato casi.

La contea di Rockland, nella periferia settentrionale di New York City, è stata l’epicentro della resistenza ai vaccini negli ultimi anni. L’epidemia di morbillo nel 2018-2019 ha contagiato 312 persone.

Il mese scorso, i funzionari sanitari britannici hanno avvertito i genitori di assicurarsi che i bambini fossero vaccinati perché il virus della poliomielite è stato trovato nei campioni dei servizi igienici di Londra. Non sono stati segnalati casi di paralisi.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x