Nigel Mansell descrive l'”incredibile” riunione di Ferrari e Williams

Nigel Mansell stava descrivendo com’era quando si è riunito con alcune delle sue auto del passato al Goodwood Festival of Speed.

Per celebrare il 30° anniversario della vittoria dei Campionati del Mondo del 1992, il 68enne si è recato a Goodwood per tornare nell’abitacolo di alcune delle auto più iconiche della sua carriera.

Tra la formazione c’era una Lotus 91, due Ferrari e il Williams FW14B che ha guidato nella sua stagione vincitrice del titolo.

Venerdì ha guidato una Ferrari 640, l’auto che ha guidato per la prima volta quando è entrato a far parte della famosa scuderia italiana. Mansell arrivò quarto nella classifica piloti quell’anno, ma vinse il suo primo Gran Premio della stagione in Brasile.

Mansell ha descritto l’esperienza di tornare in macchina come “incredibile”.

“Voglio dire seduto in macchina stamattina,” disse Mansell. “I ricordi tornano indietro nel tempo è un momento fantastico e molto speciale con la Ferrari e la 640. Ecco un’auto iconica, vinta per la prima volta a Rio.

“Questa grande gara in Ungheria dal 12° posto in griglia per vincere la gara e superare Ayrton [Senna] Il modo in cui abbiamo fatto la gara è stato solo un grande ricordo”.

È stato con la Ferrari per due stagioni prima di tornare alla Williams, ma ha descritto il supporto alla squadra più famosa di questo sport come “estremamente speciale”.

“I tifosi italiani, i tifosi di tutto il mondo sono fantastici, ma quando guidi la tua Ferrari è qualcosa di molto speciale.

“Se hai due anni in Italia o 92, tutti sanno chi guida una Ferrari e se vinci una gara, non è come vincere una gara in un altro Paese del mondo perché tutte le campane sono dappertutto, suonano tutte le chiese e tutto il resto Intendo quanto il Team visita il Papa?È un’istituzione, la Ferrari è un’istituzione.

Domenica guiderà di nuovo la Williams e ha detto che era un’esperienza che non vedeva l’ora se fosse preoccupato anche lui.

“È stato stupefacente [driving the Ferrari]. Ieri sera siamo stati riconosciuti di nuovo dopo tanto tempo e abbiamo fatto un po’ di pratica in salita. L’auto è chiaramente un po’ sensibile.

“Ma la prima e la seconda marcia vanno bene per darle un po’ di lampone, ma, questa macchina, è una marcia da salto, quindi devi essere molto protettivo perché vogliamo che le macchine corrano ogni giorno.

“Ma la Williams in particolare dobbiamo stare molto attenti ma non vediamo l’ora di guidarla domenica. È un’ottima macchina ei meccanici hanno fatto un ottimo lavoro facendola funzionare ieri. Quindi è un piacere essere qui, guidarla”.

READ  La star del Chelsea Callum Hudson-Odoi sta ancora valutando il trasferimento dall'Inghilterra al Ghana

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x