Nomina di “Caro Evan Hansen” come apripista – Scadenza

Gli organizzatori del Toronto Film Festival hanno annunciato due settimane fa che avrebbero dato il bentornato ai fan al festival, che si svolgerà dal 9 al 18 settembre. Questo dopo che il Canada ha fatto un’esenzione per consentire lo svolgimento dei playoff della National Hockey League nel paese, e recentemente i Toronto Blue Jays riprenderanno a giocare sul campo del Blue Jay Way entro la fine del mese. Il festival ha anche permesso al pubblico di bagnarsi il becco con alcuni dei film che erano stati realizzati.

Martedì mattina, TFF ha presentato la sua prima grande serie di anteprime ed eventi. Nomina dei copresidenti Joanna Vicente e Cameron Bailey Caro Evan Hansen, Alla serata di gala di apertura, con l’adattamento di Stephen Chbosky del film di Broadway, presentato in anteprima il 9 settembre al Roy Thompson Auditorium.

I pannelli al neon di Toronto si avvicinano “un secondo”; Le foto cinesi riappaiono 30 mesi dopo la cancellazione della premiere di Berlino

Il festival si concluderà con la regia di Zhang Yimou Un secondo. Questo film doveva essere proiettato alla Berlinale nel 2019, ma è stato annullato all’ultimo secondo, poiché la notizia della fatwa è circolata dalle autorità cinesi.

Ecco i film che il TIFF ha chiuso finora. Altri verranno aggiunti in seguito. Finora ci sono 11 concerti e 21 presentazioni. Alcuni di loro sono apparsi a Cannes Cabbage di recente, tra cui La persona peggiore del mondo E il Isola di Bergmann. Le scelte coprono lo spettro –Clifford il grande cane rosso È una scelta intrigante per i festival, con film di registi come Edgar Wright, Melanie Laurent, Barry Levinson, Antoine Fuqua, Jack Odiard e Ted Melfi, quest’ultimo che torna con Melissa McCarthy a Toronto. storni dopo il lancio Vincent Street Al festival da anni.

Se il wattaggio sembra un po’ basso rispetto agli anni passati – Venezia ha il leggendario film / Warner Media Duna Questo può essere attribuito a molta incertezza sul confine canadese.

Offerte di gala
(*preannunciato)

*Belfast
Kenneth Branagh | Regno Unito
Prima mondiale

Clifford il grande cane rosso
Walt Baker | USA/Regno Unito/Canada
Prima mondiale

apertura della serata al cinema
Caro Evan Hansen,
Stephen Chbosky | Stati Uniti d’America
Prima mondiale

La vita elettrica di Louis Wayne
Will Sharp | Regno Unito
Prima canadese

Gli occhi di Tami Faye
Michael Showalter | Stati Uniti d’America
Prima mondiale

*serrato
Alison Kleiman | Stati Uniti d’America
Prima mondiale

*Ieri sera a Soho
Edgar Wright | Regno Unito
Prima nordamericana

* Il ballo delle donne pazze (Le Bal des folles) Melanie
Laurent | Francia
Prima mondiale

*Predoni notturni
Dennis Gullit | Canada / Nuova Zelanda
Prima nordamericana

Film dell’ultima serata
Un secondo
Zhang Yimou | Cina
Prima nordamericana

sopravvissuto
Barry Levinson | USA / Canada / Ungheria
Prima mondiale

Speciali
(*preannunciato)

Ali wafa
Cleo Barnard | Regno Unito
Prima nordamericana

Tutto quello che ho è una tristezza mortale
Michael McGowan | Canada
Prima mondiale

*Preghiera
Terence Davis | Regno Unito
Prima mondiale

Isola di Bergmann
Mia Hansen Love | Francia
Anteprima internazionale

*Carlotta
Eric Warren, Tahir Rana | Canada / Francia / Belgio
Prima mondiale

*Dionne Warwick: Non farmi di più
Dave Woolley, David Heilbroner | Stati Uniti d’America
Prima mondiale

guidando la mia macchina
Ryosuke Hamaguchi | Giappone
Prima nordamericana

lui incontra
Michael Pierce | Regno Unito / USA
Anteprima internazionale

*cometa
Antoine Fuqua | Stati Uniti d’America
Prima mondiale

Sono il tuo uomo
Maria Schrader | Germania
Prima nordamericana

Inesorabile
Fabrice de Wills | Belgio / Francia
Anteprima internazionale

*Lakewood
Philip Noyce | Canada
Prima mondiale

uomo di mezzo
Figlia di Hummer | Norvegia/Canada/Germania/Danimarca
Prima mondiale

competizione ufficiale
Mariano Cohn, Gaston Dobrat | Spagna / Argentina
Prima nordamericana

Parigi, Tredicesimo Distretto (Olimpiadi)
Jacques Audiard | Francia
Prima nordamericana

*Piccola mamma
Celine Siyama | Francia
Prima canadese

*storni
Theodore Melffy | Stati Uniti d’America
Prima mondiale

La storia di mia moglie
Ildico Ennedi | Ungheria / Germania / Italia / Francia
Prima nordamericana

tre piani
Nani Moretti | Italia / Francia
Prima nordamericana

Viola
Justin Bateman | Stati Uniti d’America
Anteprima internazionale

La persona peggiore del mondo
Gioacchino Treviri | Norvegia/Francia/Svezia/Danimarca
Prima nordamericana

Caro Evan Hansen,
Litigare

Caro Evan Hansen, È la storia di uno studente delle superiori con un disturbo d’ansia debilitante il cui messaggio privato a se stesso come parte di un esercizio correttivo cade nelle mani del suo compagno di classe, con tragiche conseguenze. L’incidente spinge Evan in un viaggio alla scoperta di sé che lo porta all’appartenenza e all’accettazione, non solo tra le persone che lo amano, ma anche da parte di Evan stesso. Ben Platt interpreta Evan e il cast include Amy Adams, Julianne Moore, Kaitlyn Dever, Amandla Stenberg e Nick Dodani, con brani del musical originale di Broadway.

Non c’era dubbio a riguardo Caro Evan Hansen, “E’ stato il film perfetto per lanciare il festival quest’anno”, ha affermato oggi Bailey, co-presidente e direttore artistico del festival. Questo film è in definitiva sulla guarigione e il perdono e riafferma quanto siamo tutti connessi e basilari l’uno con l’altro. Non possiamo pensare a un’idea più significativa per celebrare quest’anno mentre ci riuniamo ancora una volta per condividere il potere e la gioia del cinema nelle sale”.

Vicente, Direttore Esecutivo e Co-Presidente del TIFF ha aggiunto: “Dato che il TIFF riprende quest’anno sulla scia di una pandemia che ha segnato e cambiato tutte le nostre vite, abbiamo ritenuto importante aprire il festival di quest’anno con un film che si riferisca al nostro impegno umanitario e che ci ricorda quanto abbiamo bisogno l’uno dell’altro, e che abbiamo bisogno di Loro si guardano l’un l’altro, soprattutto nei momenti di solitudine e disperazione”.

Caro Evan Hansen, Il regista Stephen Chbosky ha descritto il film come “un film sul farci ritrovare noi stessi, dandoci il permesso di essere il nostro vero e autentico sé. Dopo un anno e mezzo di solitudine, molti di noi stanno ritrovando la strada per tornare l’uno con l’altro. Quindi, ora più che mai, sono onorato di aver scelto il Toronto International Film Festival Caro Evan Hansen, Per l’apertura del festival di quest’anno. Non avremmo potuto chiedere un festival, un pubblico o un momento più perfetto per mostrare il nostro film”.

Il festival si concluderà con il nuovo film del regista Alza la lanterna rossa E il un eroe, il regista cinese Zhang Yimou. Un secondo Racconta la storia di un proiettore cinematografico itinerante e di un prigioniero evaso collegato al cinema. L’immagine è una lettera d’amore al cinema e un promemoria di come le persone si uniscono, indipendentemente dalle nostre differenze.

“Ogni settembre invitiamo l’intero mondo del cinema a Toronto, una delle città più diverse e appassionate del cinema”, ha affermato Bailey. “E ottenere il film di Zhang Yimou qui, proprio ora, è un vero piacere.”

READ  Hunter punta a una ripresa impressionante nel secondo tempo dopo la cotta dell'Italia

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x