Occhi al cielo mentre Bagnaia e Quartararo si preparano alla San Marino Motorcycle Battle

Francesco Bagnaia ha preso d’assalto un’altra posizione in MotoGP, ma il meteo di domenica potrebbe essere fondamentale per determinare chi vincerà il Gran Premio di San Marino.

Le Ducati hanno dominato le qualifiche, conquistando quattro delle prime cinque, con Jack Miller che si è unito a Bagnaia in una partita uno a due per il team ufficiale, davanti al capitano del campionato Yamaha Fabio Quartaro.

La coppia sponsorizzata dalla Ducati di Pramac Racing, Jorge Martin e Johann Zarco, è arrivata quarta e quinta a Misano, una pista nazionale per la Ducati che spera in una vittoria “di casa”.

Sia Bagnaia che Quartararo hanno però indicato dopo le qualifiche di sabato che in caso di pioggia, come indicano le previsioni, potrebbe essere un fattore determinante per il risultato. La pista bagnata probabilmente si adatterebbe al sitter dell’albero.

Bagnaia, lo speed designer, ha anche conquistato la pole position al Gran Premio di Aragon la scorsa settimana e l’ha trasformata in una vittoria in una gara, la sua prima a livello di MotoGP, e un secondo posto in campionato.

Ha descritto il suo miglior tempo di sabato come “incredibile” e ha detto: “Mi sento bene con tutto. Penso che abbiamo messo davvero un buon ritmo.

“Ad ogni modo, sull’asciutto e sul bagnato, penso che siamo pronti per una battaglia. Certo, nelle zone asciutte Fabio ha un passo migliore rispetto ad Aragon, quindi penso che possa lottare bene con lui, ma vediamo, mai non dire mai.”

“Preferisco l’asciugatura. È molto difficile prevedere una strategia per domani ma vorrei partire bene, partire dall’inizio e vedere se riesco a gestire il gap o dovrò lottare negli ultimi giri. Comunque cercheremo di preparatevi ad ogni situazione”.

READ  Jacob Kiplimo vince ancora in Italia - tour settimanale

“E’ il secondo weekend consecutivo che tutte le Ducati sono al top in qualifica, e anche per me mettere la moto davanti a Fabio per il campionato. Stiamo andando davvero bene, la moto è molto competitiva e siamo facendo davvero una grande mossa ogni volta.”

Quartararo è caduto mentre cercava di saltare in rete davanti a Bagnaia, ma il francese si è scrollato di dosso dopo la sessione, dichiarandosi “tutto a posto”.

“Volevo solo esagerare un po’ la frenata, ma purtroppo non ha funzionato”, ha detto Quartaro al sito ufficiale della MotoGP. “Ma è andata bene, ci ho provato – almeno ho sentito il vero limite della moto. Sento che la nostra velocità è davvero buona rispetto ad Aragon, dove non era eccezionale. Mi sento pronto per domani – un po’ un po’ circondato da rosso [Ducati] Biciclette ma mi sento bene.

“Sono più veloci di noi con l’umidità, ma la mia sensazione di asciutto è abbastanza buona e voglio continuare in quella direzione. Non voglio parlare di pioggia e non voglio nominarla”.

La Ducati è stata in pole position quattro volte a Misano, dopo aver superato il programma nel 2007 e nel 2008, seguita da Jorge Lorenzo tre anni prima. Di questi, Stoner è stato l’unico a portare la bandiera quadrata il giorno della gara nel 2007.

Il campione della scorsa stagione Joanne Meyer ha avuto una sessione di qualifiche da dimenticare, con un messaggio dal cruscotto della sua Suzuki Exeter che lo esortava a scavare per una falsa pista. Non ci sono stati problemi con la moto e il direttore tecnico Ken Kawauchi si è poi scusato per l’errore.

READ  Morta Susan Patzakis (2021) - San Marino, California

Mir è tornato in pista ma è riuscito a finire solo 11°, in quanto l’incidente di Quartararo ha causato condizioni di bandiera gialla nelle fasi finali.

“Le qualifiche sono state un peccato; non abbiamo avuto la possibilità di lottare per il primo posto e siamo francamente molto lontani da questo”, ha detto Mir.

“Pensavo che una seconda fila fosse possibile, ma poi ho avuto qualche problema davanti alla mia prima uscita e poi ho visto un messaggio sul mio cruscotto subito dopo essere uscito per la mia seconda corsa. Ho pensato che dovevo fermarmi nel caso qualcosa fosse andato sbagliato con la moto, e alla fine ha influito sulla mia qualifica e sulla bandiera gialla nell’ultimo giro lanciato.

“Non ha senso sentirsi frustrati; ora concentrati sulla gara sapendo che avrò un buon passo se riuscirò a partire bene”.

risultati delle qualifiche

1. Francesco Bagnaia (Ducati) 1: 31.065
2. Jack Miller (Ducati) + 0,249 secondi
3. Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha) +0.302
4. Jorge Martin (Pramac Racing) +0.598.200.000
5. Johann Zarko (Pramac Racing) +0.771.00
6. Paul Espargaro (Repsol Honda) +0.858
7. Marc Marquez (Repsol Honda) +0.870
8. Alex Espargarò (Aprilia) +0.872
9. Alex Rins (Suzuki Xstar) +0.952.00
10. Maverick Vinales (Aprilia) +1.056.006
11. Joan Mir (Suzuki Xstar) +1,361
12. Enea Bastianini (Avintia) +1,396

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x