Ogier vince il Rally d’Italia su Toyota One and Two

Il campione del mondo Sebastien Ogier della Toyota ha conquistato la vittoria nel Rally d’Italia domenica, davanti al compagno di squadra del gallese Elvin Evans e al belga Thierry Neuville della Hyundai.
La 52esima vittoria del francese Ogier nel Campionato del Mondo Rally ha permesso al sette volte campione del mondo di estendere il suo vantaggio su Evans nella classifica generale a 11 punti dopo cinque dei 12 round. La sua valutazione è stata “un ottimo fine settimana”.
Come leader del torneo, ha avuto lo svantaggio di aprire strade impegnative e piene di rocce delimitate da fossati. “È stata una vacanza incredibile”, ha detto. “Quando siamo venuti qui per la prima volta, abbiamo pensato che fosse meglio restare a casa.”
Ogier, 37 anni, con Julian Ingracia come copilota, aveva già vinto Montecarlo e Croazia in questa stagione, e la vittoria di domenica è stata la quarta della sua carriera in terra sarda. Ogier fu preso dal panico per una delle fatiche. “Ho avuto un bug di tiro molto tempo dopo che l’acqua è schizzata”, ha detto. “Siamo sopravvissuti, ma abbiamo perso qualche secondo lì”.
Anche Evans era spaventato nell’acqua. Il gallese, che non era mai arrivato alla vittoria, ha affrontato molto velocemente l’ultima Ford della fase finale di potenza. Il suo motore si è spento ed è affondato e poi ha impiegato del tempo per riavviarsi, ma è inciampato al sesto posto sulla tappa, salvando il secondo posto assoluto e Toyota al secondo.
“Ci è voluto un po’ d’acqua e ci è voluto un po’ per pulirlo”, ha detto. “Fortunatamente siamo tornati al quattro cilindri e almeno siamo riusciti ad andare avanti. Non è la sensazione più bella”. Ott Tanak ha vinto cinque delle otto tappe venerdì con il suo compagno di squadra Hyundai Danny Sordo che ha vinto le altre tre. Tanak ha vinto anche la tappa di apertura sabato.
Come hanno fatto nel round precedente in Portogallo, i piloti Toyota hanno aspettato pazientemente che le cose andassero male per la Hyundai. In questa gara, Evans ha vinto Auger al terzo posto e Sordo al terzo dopo che Neuville è caduto quando è arrivato secondo nella settima tappa e Tanak ha avuto problemi nella fase 14, mentre era davanti.
In Sardegna, sabato ancora disastroso per Tanac. Aveva un vantaggio di 40 secondi quando ha schiantato la sua auto su un masso nella fase 12, permettendo a Ogier di prendere il comando.
Dopo tre tappe Sordo, che si trovava al secondo posto, è uscito di strada e ha urtato un sasso, finendo con una ruota nel fosso con la sua vettura sul fianco. Tre settimane prima del rally safari in Kenya, Hyundai ha iniziato a modificare molte cose sulle proprie auto, in particolare le sospensioni.
“La macchina è davvero veloce ora, quindi non c’è niente che ci fermi, solo le piccole cose”, ha detto Tanak alla fine di domenica. “È un’auto veloce e dobbiamo solo renderla affidabile. Sono sicuro che possiamo farlo”.
I suoi compagni di squadra erano meno fiduciosi dopo aver lottato per tutto il weekend con la sensazione che le vetture non fossero adatte a loro. “La velocità in alcune tappe era buona, ma niente di più positivo”, ha detto Sordo. “Torniamo a casa un po’ delusi, ma a volte è così”.


Risultati e classifica
1. Sebastien Auger-Julien Ingracia (Francia/Toyota Yaris) 3 ore 19 minuti 26,4 secondi 2. Elvin Evans-Scott Martin (Regno Unito/Toyota Yaris) 46,0 secondi 3. Thierry Neuville-Martin Weidegui (Belgio/Hyundai) i20) 1: 05.2, 4. Takamoto Katsuta-Daniel Barritt (JPN-GBR/Toyota Yaris) 6:11.2, 5. Jari Huttunen-Mikko Lukka (FIN/Hyundai i20) 9:31.7
Disposizione dei conducenti ترتيب
1. Sebastien Ogier (FRA/Toyota) 106 punti, 2. Elfyn Evans (GBR/Toyota) 95, 3. Thierry Nouvel (Belgio/Hyundai) 77, 4. Ott Tanak (EST/Hyundai) 49, 5. Takamoto Katsuta ( JPN/Toyota) 48, 6. Cali Rovanpera (FIN/Toyota) 44, 8. Danny Sordo (ESP/Hyundai) 30, 8. Craig Brin (IRL/Hyundai) 24, 9. Gus Greensmith (GBR/M-Sport Ford) ) )) 22, 10. Adrien Fourmaux (FRA / M-Sport Ford) 20
Classifica dei creatori
1. Toyota 231 punti, 2. Hyundai 182, 3. M Sport Ford 82, 4. Hyundai 2C Competition 28.

READ  L'ex allenatore del Newcastle Rafa Benitez sta escludendo un ritorno in Spagna mentre parla di un ritorno in Inghilterra o in Italia

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x